Juve - Atalanta, ancora una volta. Dopo i due match disputati in Coppa Italia e il match disputato a Bergamo nel girone d'andata, è tempo ora del confronto a Torino. Oggi, alle ore 18, si recupera la partita rinviata settimane fa per la bufera di neve. Una partita che per i bianconeri rappresenta un occasione d'oro e tentare l'allungo a +4 sul Napoli fermato sullo 0-0 a San Siro dall'Inter di Luciano Spalletti.

Una partita che sulla carta vede favoriti i bianconeri, ma da quelle parti sanno bene che l'unico giudice è il campo. L'Atalanta d'altronde è una delle poche squadre che ha messo in difficoltà la Juventus quest'anno.

Una squadra che gioca bene e ora con la testa sgombra dall'impegno dell'Europa League dalla quale è uscita immeritatamente. Gasperini tenterà di strappare un punto prezioso a Torino che potrebbe essere importante per la sua Atalanta alla ricerca di punti per qualificarsi ancora una volta in Europa League.

Juventus veloce, Atalanta con qualche dubbio

La Juventus di Marzo, infortuni a parte, sta bene. La palla gira e le gambe corrono. I successi contro Lazio prima e Tottenham poi hanno infuocato di nuovo l'ambiente che ora è più carico che mai. Allegri è intenzionato a fare qualche cambio in vista di questi impegni ravvicinati. Della partita sicuramente farà parte Paulo Dybala. L'Argentino anche se non è ancora in ottime condizioni si è rivelato decisivo nelle ultime giornate e in Champions contro il Tottenham.

Difficile rinuncia a lui in un momento delicato della stagione come questo. A centrocampo tornerà al suo posto Miralem Pjanic. In attacco è ballottaggio tra Higuain e Mandzukic con il croato favorite. Sorride decisamente meno Gasperini che andrà a giocarsela con qualche defezione tra cui Caldara indisponibile. Dubbi anche per quanto riguarda l'impiego di Leonardo Spinazzola.

L'unico nodo da sciogliere è quello dell'attacco.

Prove di mini fuga

I bianconeri daranno il tutto per tutto in campo per provare a formare una prima mini fuga. Il +4 nella testa dei giocatori avversari psicologicamente potrebbe pesare, le partite da giocare sono ancora tante e la squadra vuole mettersi al sicuro. Ci vorrà il giusto atteggiamento, la giusta intensità e poco spazio per le giocate di fino.

Allegri vuole una squadra concreta ed efficace, perché è cosi che si vincono le partite. Vincere oggi sarebbe importante per aumentare ancor di più il morale dopo le ultime uscite e provare formare un solco già da adesso che mette pressione a chi ora è costretto ad inseguire.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!