Cittadella, comune di poco più di 20.000 abitanti, a 31 km da Padova, da anni è una bella realtà del calcio italiano, grazie ad una società seria e ben gestita che riesce a competere con i grandi club del campionato di Serie B.

Cittadella, miglior rendimento esterno

A 10 giornate dalla fine del torneo, il Cittadella con 50 punti è, attualmente, quarta in classifica generale, a pari punti con il Bari, in piena zona play off. Un cammino esaltante, costruito, soprattutto, fuori casa, con 9 vittorie e tre pareggi che hanno fruttato qualcosa come 30 punti, il miglior rendimento esterno tra le formazioni cadette.

Se in casa avesse fatto altrettanto il Cittadella avrebbe contrastato il passo all'Empoli, capolista solitaria della B.

Negli ultimi tempi, però, la squadra ha dovuto registrare un paio di sconfitte non proprio limpide, maturate in circostanze sfavorevoli per alcuni presunti torti arbitrali. A tal proposito, nell'ultimo turno, dopo la sconfitta contro il Venezia il tecnico granata Roberto Venturato si era lamentato di un gol ingiustamente annullato dal direttore di gara che avrebbe permesso alla sua squadra di portarsi in vantaggio, provvisoriamente, sul 1-2, cambiando il volto alla partita e forse al prosieguo del campionato. Infatti, il Cittadella vincendo si sarebbe portato a due sole lunghezze dal secondo posto occupato dal Frosinone.

Come ha dichiarato Venturato, l'1-2 avrebbe cambiato il volto alla partita, siamo stati penalizzati.

Per me il gol era regolare'.

A rincarare la dose ci ha pensato, nelle ultime ore di oggi 27 marzo, il portiere del Cittadella Enrico Alfonso che non solamente ha contestato la maniera con la quale è arrivata la sconfitta nel derby di Venezia ma ha parlato di gol 'scandalosamente' annullato dall'arbitro, nel momento in cui la squadra nel secondo tempo si stava esprimendo ottimamente.

Alfonso, 'non ci vogliono in serie A'

L'estremo difensore si è poi sfogato aggiungendo che la squadra è consapevole di 'essere una realtà piccola e scomoda e che prima di noi vorrebbero altre squadre in serie A'. Ed ancora, 'non siamo nemmeno tutelati, possibile che i media e la stampa a livello nazionale non si soffermino sui torti che ripetutamente ci vengono fatti?'

Il riferimento alla gara di Cremona è evidente in quanto in quell'occasione fu fischiato un rigore per un fallo fuori area, mentre con l'Empoli fu inventato un calcio d'angolo dal quale scaturì il gol del pareggio dei toscani.

Alfonso conclude amaramente il suo commento affermando che 'quando noi ne parliamo siamo considerati dei lamentoni. Giocare a Cittadella non è facile'.

Insomma, non le manda certo a dire il n. 1 portiere del Cittadella, anche se occorre aggiungere che in serie A sono arrivate squadre con bacini di utenza molto ridotti come il Crotone, lo stesso Empoli e l'altra bella realtà del calcio nazionale, il Chievo.

Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!