In casa Inter l'attenzione è rivolta al big match di Campionato con la Juventus. La sconfitta dei bianconeri con il Napoli renderà l'incontro ancor più decisivo, sia per la lotta scudetto che per quella della massima competizione europea, la Champions League. I nerazzurri sono convinti, almeno queste le parole del direttore sportivo Piero Ausilio, che difficilmente i bianconeri sbaglieranno due gare una dopo l'altra, ma ovviamente tale dichiarazione sa di sfida agli eterni rivali. Quest'ultimi non possono permettersi altri scivoloni ma chiaramente troveranno la squadra di Spalletti più agguerrita che mai, nel tentativo di non perdere punti nella sfida con Roma e Lazio.

Gli obiettivi per la prossima stagione

Per l'Inter è già tempo di calciomercato. Sperando di entrare nella prossima fase della Uefa Champions League l'intento è quello di portare a casa una serie di calciatori per rinforzare la rosa già a disposizione. Oltre all'annunciato tentativo di trattenere Cancelo, si cerca anche di portare in rosa qualche giovane che possa garantire già una minima sicurezza per il futuro prossimo. A tal riguardo, il nome che sta circolando in queste ore è quello di Bryan Cristante, tra le rivelazioni di questa stagione. Il calciatore in forza all'Atalanta ha sicuramente le carte in regola per far parte del team nerazzurro: l'ostacolo è chiaramente la cifra per la quale le due squadre dovranno accordarsi.

E per quanto riguarda il resto della rosa? Chi verrà confermato e chi invece mandato via? Ecco le ultime news.

Ecco cosa ne pensa Ausilio

Ormai da settimane in casa Inter ci sono una serie di voci che vedono il tecnico Luciano Spalletti lontano dalla squadra nerazzurra in caso di mancata qualificazione alla Champions League.

A tal riguardo si è espresso anche Piero Ausilio a Radio Rai. Secondo il dirigente il futuro della squadra è legato al tecnico a priori dalla qualificazione nella massima competizione europea. Ferma dunque nonostante tutto l'intenzione di costruire con l'ex romanista un rapporto di lavoro solido che duri negli anni.

Stesso discorso vale per Icardi che ogni anno pare sul punto di abbandonare il team nerazzurro salvo poi rimanere con la stessa casacca. Per Ausilio i due sono "punti fermi del presente e del futuro". Per altre notizie, vi ricordiamo di cliccare sul tasto "Segui" presente nella pagina dell'autore dell'articolo appena consultato.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!