Applaudita in tutto il mondo, da Torino a Lampedusa, da Tokio a Mosca, da Detroit a Pechino, da San Paolo a Caracas. La rovesciata di Cristiano Ronaldo, all'Allianz stadium di Torino, ha fatto il giro del pianeta, in diretta, in differita, on line, via social e con ogni mezzo. Un gesto tecnico apprezzato ovunque, al di là della fede calcistica. Un'esecuzione da manuale del calcio - da far schizzare in piedi anche i più disincantati - quella che ha "tagliato" le gambe alla Juventus, nell'andata dei quarti di finale di Champions league.

Pubblicità
Pubblicità

Così CR7 è entrato a pieno titolo nell'Olimpo dei calciatori più forti di tutti i tempi, con Pelè e Maradona. Tutti pazzi per Cristiano Ronaldo, insomma: standing ovation mondiale per l'attaccante portoghese, la cui notorietà ha raggiunto punte impressionanti. Non si ricordano episodi mediatici di tale portata dai tempi del "Pibe de oro" a Mexico '86 e delle "Notti magiche" di Totò Schillaci a Italia '90.

Pubblicità

Il profilo

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveir, classe 1985, nativo di Funchal, punto di forza del Real Madrid, pilastro della Nazionale portoghese, è uno dei marcatori più prolifici della storia del calcio. Con il Real Madrid, dal 2009, ha messo a segno 307 gol in 288 partite. Con il Manchester United, dal 2003 al 2009, ne aveva messi già a segno 84 in 196 incontri. Gol su gol anche con la maglia del Portogallo, 81 in 149 gare, dal 2003.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cristiano Ronaldo

Primi calci nell'Andorinha, poi i passaggi al Nacional allo Sporting Lisbona, oggi Cristiano Ronaldo può definirsi un calciatore completo - che tutte le squadre vorrebbero avere - con uno spiccato senso del gol: dotato di tecnica, velocità, tempismo, forza fisica e uno straordinario senso della posizione. Un giocatore polivalente, capace di calciare con entrambi i piedi, in grado di giocare al centro del campo come lungo le due fasce, inarrestabile nel gioco aereo, forte rigorista e tiratore di punizioni. Un campione anche fuori dal rettangolo di gioco, generoso con i più bisognosi.

Le vittorie

Ricco il palmarès di Cristiano Romaldo: in primo piano 4 Champions League, 4 Coppe del mondo per club, 2 Supercoppe Uefa; 1 Campionato d'Europa. A livello individuale: 5 Palloni d'oro, 1 Fifa world player e altri riconoscimenti. Per lui anche diverse onorificenze: dal 2014 è Medaglia al merito dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa dal e Grand'Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto