Poche ore fa Arsène Charles Ernest Wenger ha rilasciato una dichiarazione: questo sarà l'ultimo anno con l'Arsenal (1228 partite, 704 vittorie, 279 pareggi e 245 sconfitte). Inoltre ha detto che è grato per aver avuto il privilegio di guidare il club in tutti questi anni, lavorando con impegno totale e integrità. Arsène Wenger ha cominciato la sua avventura nei "gunners" il 1° luglio del 1996, dopo le dimissioni del suo predecessore Bruce Rioch. Allo strasburghese è stato affidato il compito di ricostruire la squadra al fine di avviare quello che si è rivelato un ciclo vincente ed interessante sotto tutti gli aspetti.

Lui ha risposto con ordine con gli acquisti di Patrick Vieira e Rèmi Garde, entrambi centrocampisti. L'esordio è risultato positivo, un 2-0 contro il Blackburn Rovers nell'ottobre dello stesso anno. Nella stagione successiva ha ottenuto un "Double", ossia la vittoria della Premier League e della F.A. Cup, la coppa nazionale. La vincita di entrambi i trofei è dovuta anche alla difesa inglese composta da ottimi giocatori quali Adams, Winterburn, Dixon e Keown (oltre ai vari atleti presenti in altri ruoli come Overmars a centrocampo ed Anelka in attacco).

Dopo alcuni anni di eliminazioni clamorose (col Manchester United in F.A. Cup e contro il Galatasaray nella Coppa Uefa), l'Arsenal viene nuovamente rinforzato con Sol Campbell, Fredrik Ljungberg, Robert Pirès e Thierry Henry, quest'ultimo divenuto una leggenda ed uno dei punti fermi dell'attacco del club.

Nei primi 10 anni di lavoro l'allenatore francese ha vinto 3 campionati, 4 F.A. Cup e 4 Community Shield, altro trofeo importante in terra d'inghilterra. Per quanto riguarda la Champions League, non è riuscito a vincere questo trofeo poichè viene battuto, in finale, dal Barcellona per 2 reti ad 1 in quel di Parigi.

Da quel punto è cominciato una fase di declino di Wenger nel club londinese, a partire dall'anno 2005/2006, nel quale non ha vinto alcun trofeo, fino alla stagione 2012/2013. Ha raggiunto il bottino di 1000 partite il 22 marzo del 2014 nella partita contro il Chelsea. Due mesi dopo ha ottenuto la quinta F.A.

Cup battendo l'Hull City 3-2.

L'anno seguente ne ha vinto un'altra, la sesta, battendo l'Aston Villa 4-0, per poi vincerla nuovamente nel maggio scorso contro il Chelsea di Antonio Conte. Con la settima finale vinta Wenger è diventato l'allenatore che ha trionfato più volte questo trofeo. Dopo quasi 22 anni di collaborazione è pronto a lasciare il club.

Da Massimiliano Allegri a Thierry Henry: ecco i possibili sostituti di Wenger

Con l'addio del francese nella panchina dell'Arsenal si apre un giro allenatori che potrebbe dare parecchie novità, anche in Serie A (col possibile coinvolgimento di Massimiliano Allegri al club londinese). Per quanto riguarda l'allenatore della Juventus, bisogna aspettare la fine della stagione per sapere cosa farà.

Intanto è stata stilata una lista dei sostituti di Wenger per il prossimo anno. In pole c'è un altro italiano, Carlo Ancelotti, libero dallo scorso anno dopo l'avventura al Bayern Monaco. Al pari dell'ex allenatore di Juve, Milan e Real Madrid, ci sono Patrick Vieira e Thierry Henry. Attenzione anche a Thomas Tuchel, ex Borussia Dortmund.

Segui la nostra pagina Facebook!