La storia in azzurro di Mario Balotelli si è interrotta dall'ormai lontano Mondiale brasiliano del 2014, nel quale l'Italia di Cesare Prandelli uscì clamorosamente già nella fase a gironi. Nei due anni di Conte, infatti, l'ex calciatore dell'Inter è stato convocato una sola volta, per poi essere rimandato misteriosamente a casa al primo giorno di ritiro. Sotto la gestione Ventura, invece, Supermario non ha mai indossato la maglia della Nazionale. Ora, sembra che, per lui, si stia avvicinando l'ennesima chance.

Odio e amore

Il rapporto tra Roberto Mancini, neo ct azzurro, e Mario Balotelli, non è stato sempre di grande amore.

Nonostante l'ex laziale, infatti, abbia il merito di aver lanciato nel calcio che conta il centravanti e di aver provato in tutti i modi a gestire il suo difficile carattere anche nella successiva esperienza al Manchester City, i due, talvolta, hanno vissuto momenti di particolare tensione. L'ex attaccante rossonero, però, rappresenta una sorta di vero e proprio "pupillo" del commissario tecnico, il quale spera vivamente che Supermario possa tornare ai livelli di quell'indimenticabile Italia-Germania di Euro 2012, quando solo una grande Spagna riuscì a fermare una straordinaria cavalcata della nostra Nazionale. A sei anni di distanza, il calcio italiano è completamente da rifondare. Ci si chiede se, per guardare al futuro con ottimismo, valga la pena e sia sufficiente gettarsi nuovamente nel passato.

Balotelli si sente già azzurro

In tanti, da moltissimi anni, si interrogano sul reale valore di Mario Balotelli. Se, per la maggior parte del popolo italiano, l'attaccante del Nizza, in scadenza di contratto, rappresenterebbe semplicemente un buon giocatore, una piccola percentuale di suoi estimatori resta convinta che, il ventottenne, non abbia ancora espresso tutto il suo immenso potenziale, a causa dei suoi evidentissimi limiti caratteriali.

Una cosa è certa: quando Supermario fa qualcosa, ne segue subito un dibattito o una discussione. Proprio oggi, infatti, il calciatore ha modificato il suo profilo Instagram, finendo immediatamente sulla bocca di alcuni addetti ai lavori. Nella sua biografia, infatti, alla scritta "giocatore del Nizza", è magicamente stata aggiunta la frase "e della Nazionale italiana", fino a ieri assente.

Secondo gran parte dell'opinione pubblica, Balotelli sarebbe già stato contattato da Roberto Mancini, che gli avrebbe comunicato le sue serie intenzioni di riportarlo in azzurro. C'è la sensazione che, il neo ct, voglia concedere un'ultima opportunità a Mario: insomma, ora o mai più.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!