Il sindaco di Napoli Luigi, De Magistris, ha presenziato alla conferenza stampa dell’iniziativa Football Leader 2018, premio dell’Assoallenatori che riconosce e celebra il valore della leadership nel mondo del calcio, che si terrà nel capoluogo campano dal 26 al 29 maggio prossimi. Attorniato da numerosi giornalisti, il primo cittadino è stato interpellato sulla posizione ancora in bilico di Maurizio Sarri, di cui non si conosce ancora il futuro: “La scelta spetterà a Sarri in primis e poi alla società. Parlando da tifoso, spero che Sarri possa rimanere, ha permesso al Napoli di giocare un grande calcio, regalandogli anima e corpo.

Con il suo stile è entrato nel cuore dei tifosi e di tutta la città: in una sua frase, quella riferita all’assalto ai poteri forti, rivedo il mio modo di fare politica. Per me è la persona giusta per il tricolore, ma dobbiamo vedere che cosa accadrà”.

Ma come si può vincere un titolo se non sono bastati nemmeno 91 punti? “Quest’anno ci credevamo tutti – ha detto De Magistris – si vedeva già dal precampionato che giocavamo un ottimo calcio e che questa potesse essere la stagione buona, il prossimo anno sarà più complicato. Dovremo capire se Sarri resterà, chi rimarrà in azzurro e chi andrà via, come ci muoveremo sul mercato, ma l’anno prossimo la strada per lo scudetto si complicherà in virtù della crescita delle avversarie come Milan, Inter e Lazio: non ci sarà solo la Juventus.

A gennaio si poteva far meglio col mercato per rafforzare la rosa, si potevano gestire meglio le forze, ci si è messo anche l’arbitraggio non all’altezza in occasione di Inter-Juventus, ma nella gara con la Fiorentina non si doveva mollare così il colpo: le grandi squadre non mollano mai. Questo è l’unico elemento che vorrei sottolineare: anche quando pensi che è finita devi sempre pensare che nulla è impossibile e crederci fino in fondo”.

Su Hamsik: 'Merita la cittadinanza onoraria'

In giornata è rimbalzata anche l’ipotesi dell’addio di Marek Hamsik, tentato da alcune offerte dalla Cina, dove sarebbero pronti a pagarlo 10 milioni di euro a stagione: “Hamsik merita la cittadinanza onoraria. Noi vorremmo dargliela il prima possibile, ci lavoreremo nei prossimi giorni.

Con l'auspicio che possa diventare cittadino napoletano nei prossimi giorni, spero che il tutto non coincida con il suo addio: negli ultimi giorni si è visto il suo legame con la piazza e con tutti i napoletani che si è creato in questi undici anni”.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!