Si è fatta attendere l'ufficialità ma alla fine è arrivata: Gianluigi Buffon ha firmato con il Paris Saint Germain. Una firma che era quasi cosa certa da molto tempo, anche se il club francese ha dovuto aspettare per ufficializzare l'ingaggio. Il motivo è il Fair Play Finanziario, dopo il mercato faraonico della scorsa stagione (l'arrivo di Neymar è costato più di 200 milioni di euro) la Uefa ha imposto delle entrate e quindi delle cessioni per mettere a posto il bilancio.

Una notizia che sicuramente passa in secondo piano rispetto al possibile trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juve, ma che di certo porta al Paris Saint Germain tanta esperienza, ambizione e qualità.

Negli ultimi anni si sono alternati molti portieri al Psg, con qualità discutibile: da Sirigu a Trapp, fino ad arrivare ad Areola, estremi difensori che non hanno dato molte garanzie alla dirigenza parigina, la quale ha evidentemente approfittato dell'occasione data dal parametro zero di un campione come Gianluigi Buffon.

Buffon firma per un anno con opzione per il secondo

La firma è avvenuta il 6 luglio ed è stata ufficializzata dalla società francese tramite un comunicato sul sito web del Psg. La presentazione del portiere è prevista per lunedì 9 luglio alle ore 15. Nelle prime dichiarazioni rilasciate da Buffon spicca l'orgoglio e la soddisfazione per la fiducia dimostrata dalla dirigenza parigina.

Lo stesso portiere ha poi confermato che l'obiettivo è quello di portare una città importante come Parigi nell'élite del calcio mondiale.

Buffon ha firmato per un anno con opzione per il secondo anno, non è stato ufficializzato lo stipendio del portiere italiano, ma si parla di una somma vicina ai 4 milioni di euro a stagione.

Sarà una presentazione davvero in grande stile, e dovrebbe essere molto simile a quella dell'anno scorso dedicata al brasiliano Neymar: per l'occasione la Torre Eiffel venne illuminata a festa.

Parte quindi la sfida di Gigi Buffon, che vorrà giocarsela anche in Champions League, trofeo sfuggitogli per ben due volte negli ultimi anni con la Juve, senza dimenticare la finale persa nel 2003 contro il Milan.

Anche se la Juventus, qualora arrivasse Cristiano Ronaldo, dimostrerebbe di voler puntare alla Champions League in modo ancora più deciso rispetto agli anni precedenti. Un arrivo che porterebbe beneficio non solo alla società di Agnelli, ma probabilmente all'immagine di tutto il calcio italiano.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!