L'Italia di Roberto Mancini è pronta a fare il suo debutto in una competizione ufficiale. Comincia a Bologna contro la Polonia il vero e nuovo corso della Nazionale che si spera possa portare tante soddisfazioni e che possa riportare l'Italia dove è sempre stata. La strada da fare sarà lunga e faticosa ma il c.t crede fortemente nei suoi ragazzi ma soprattutto nel suo progetto e nell'identità tecnica-tattica che vuole dare alla squadra.

Nei giorni scorsi Mancini aveva lamentato la mancanza di italiani con i club che preferiscono far giocare gli stranieri anziché puntare sui giovani provenienti dai loro vivai.

Uno sfogo dovuto solo all'attaccamento per la maglia azzurra che il c.t. ha sempre dimostrato di aver sin dal primo giorno in cui ha firmato il contratto. Per Mancini le gare con Polonia e Portogallo saranno un buon banco di prova per capire fino a che punto questa Nazionale è arrivata, ma il tecnico ha fatto capire chiaramente che è giunto il momento di tornare a vincere.

Italia offensiva in campo

Mancini sembra orientato a schierare in campo una formazione offensiva e di qualità. Il modulo dovrebbe essere il 4-3-3 ma ci sono ancora alcuni dubbi dell'ultimo minuto da sciogliere. In porta ci sarà sicuramente Donnarumma mentre la fascia di capitano andrà a Chiellini; con il difensore della Juventus a completare la difesa ci saranno Bonucci, Zappacosta e Criscito.

A centrocampo è ballottaggio tra Bernardeschi e Benassi con il giocatore della Juventus favorito; a completare la mediana ci saranno Jorginho e Pellegrini. In avanti il tridente tutto fantasia e qualità formato da Insigne, Chiesa e Mario Balotelli.

Rinascita Nazionale

Il tempo degli esperimenti e degli scherzi ora è giunto davvero al termine.

L'obiettivo comune è solo uno: vincere sin da subito per formare delle basi solide per il futuro della maglia azzurra. Bisogna ripartire con entusiasmo, voglia di fare e di sacrificarsi per ritornare la Nazionale di un tempo, la squadra capace di vincere ben 4 Mondiali nella sua storia e autrice di tante altre imprese.

Mancini dal primo giorno ci ha messo impegno, passione ed amore, starà adesso ai giocatori di questo nuovo corso riuscire a ripercorrere le orme dei campioni del passato così da poter lasciare un segno con la maglia azzurra, la maglia con la quale tutti, a partire dalle categorie minori, vorrebbero giocare per rappresentare il proprio paese a livello calcistico.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!