L'Inter è riuscita a riprendersi dopo un inizio di stagione molto negativo in cui aveva raccolto solo quattro punti nelle prime quattro giornate. I nerazzurri, però, sono stati bravi a rialzarsi scalando la classifica con quattro vittorie consecutive in campionato e arrivando al terzo posto solitario con sedici punti. In Champions League la squadra di Luciano Spalletti sta andando oltre ogni più rosea aspettativa avendo vinto le prime due partite contro Tottenham e Psv Eindhoven. La società, però, oltre al campo guarda anche al mercato [VIDEO] e alla situazione interna relativa ai rinnovi visto che ci sono alcune situazioni da risolvere e tra questi c'è quella riguardante il centrale brasiliano, Joao Miranda.

Miranda potrebbe dire addio all'Inter

Uno dei giocatori che potrebbero lasciare [VIDEO] l'Inter la prossima estate è il centrale brasiliano Joao Miranda. Classe 1984, il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno e non sembra orientato a voler trattare il rinnovo visto che quest'anno non sta ricoprendo un ruolo di primo piano essendo chiuso dalla coppia composta da Stefan De Vrij e Milan Skriniar. Miranda è arrivato all'Inter nell'estate del 2015 in un'operazione complessiva da venti milioni di euro tra prestito oneroso e riscatto ed è sempre stato un pilastro della difesa nerazzurra. Spesso si è parlato della possibilità di vedere il centrale chiudere la propria carriera in Brasile, magari al Palmeiras. Negli ultimi giorni, però, si è parlato dell'interesse di un altro club europeo: il Porto di Sergio Conceicao.

Secondo le ultime indiscrezioni i portoghesi sarebbero in pole position per assicurarsi le prestazioni dell'ex giocatore dell'Atletico Madrid vista la sua volontà di voler continuare a giocare in Europa. Un ruolo fondamentale per il possibile approdo di Miranda al Porto lo sta svolgendo l'ex fantasista portoghese Deco che ora è un agente e lavora molto con il club bianco azzurro. Il centrale nerazzurro, inoltre, potrebbe permettere di far maturare ulteriormente il giovane difensore del Porto Diogo Leita.

Miranda e il no al Palmeiras

Lo stesso Joao Miranda ha sottolineato in una recente intervista che non ci sono i presupposti per un suo ritorno in Brasile, al Palmeiras. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni di Pilhado:

"Oggi è una potenza anche dal punto di vista finanziario. E' uno di quei club che è cresciuto maggiormente in questi ultimi anni ed è normale che, dopo l’esperienza ad alto livello in Europa, alcuni giocatori vogliano giocarci. Ho avuto conversazioni con qualcuno collegato al Palmeiras, ma ho spiegato la mia situazione e la cosa non è andata avanti".