L'Inter sarà sicuramente uno dei club protagonisti della prossima sessione estiva di Calciomercato. I nerazzurri usciranno definitivamente dal settlement agreement il prossimo 30 giugno e, dunque, verranno meno le restrizioni della Uefa con il fair play finanziario. Il club, per ammissione del direttore sportivo, Piero Ausilio, sta già studiando come rinforzare la rosa in vista della prossima stagione, per cercare di ridurre il gap con la Juventus. E proprio questo è stato uno dei temi trattati da Giuseppe Marotta con i vertici di Suning e il patron, Jindong Zhang, nel suo viaggio in Cina, a Nanchino, tre settimane fa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

L'ex amministratore delegato della Juventus ha stilato una lista di nomi da portare a Milano per rinforzare la squadra a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti. Il settore che necessita innesti di qualità è senza dubbio il centrocampo ed i nomi più gettonati restano quelli di Sergej Milinkovic-Savic e Luka Modric.

Capitolo Milinkovic-Savic: ci vogliono almeno 100 milioni

Il primo obiettivo dell'Inter e di Giuseppe Marotta è il centrocampista serbo della Lazio, Sergej Milinkovic-Savic. Il dirigente avrebbe voluto già portarlo alla Juventus arrivando ad offrire settanta milioni di euro più i cartellini di Marko Pjaca e Daniele Rugani. Offerta rifiutata dal patron biancoceleste, Claudio Lotito, che avrebbe ceduto il proprio gioiello solo per offerte superiori ai centoquaranta milioni di euro. Una cifra che difficilmente sarà richiesta la prossima estate alla luce delle prestazioni offerte fino ad ora dal giocatore in questa prima parte della stagione.

L'ex amministratore delegato dei bianconeri ne avrebbe già parlato [VIDEO] con Lotito nel corso di una riunione in FIGC e lo stesso presidente della Lazio non ha escluso, nelle recenti interviste, una cessione la prossima estate senza specificare comunque se gli siano state avanzate offerte per il suo gioiello.

Bisognerà trovare l'accordo sulla valutazione del centrocampista serbo che dovrebbe comunque aggirarsi intorno ai cento milioni di euro. Nell'operazione, però, potrebbe essere inserire una contropartita tecnica per abbassare l'esborso economico.

Modric resta un pallino di Suning

Capitolo diverso per quanto riguarda Luka Modric. L'Inter lo ha seguito a lungo già la scorsa estate, ma il Real Madrid non ha voluto saperne di lasciarlo andare. Le cose cambieranno il prossimo anno visto che il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno 2020 ed ha già rifiutato il rinnovo. Il presidente dei blancos, Florentino Perez, potrebbe dunque venire incontro al fresco Pallone d'Oro, sempre che l'intenzione del croato sia quella di lasciare Madrid ed il fatto che abbia rifiutato il rinnovo lascia aperto lo spiraglio, anche se il giocatore in occasione della consegna del meritato premio avrebbe comunque accennato alla possibilità di chiudere la carriera nel Real.

Con Modric e Milinkovic-Savic l'Inter andrebbe a formare un centrocampo stellare [VIDEO], invidiato in tutta Europa.

Questa potrebbe essere la squadra a disposizione di Luciano Spalletti il prossimo anno, in base a quelle che sono le più note e frequenti indiscrezioni di mercato:

Inter (4-3-1-2): Handanovic (Cragno); Vrsaljko, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Brozovic, Modric, Milinkovic-Savic; Nainggolan (Politano); Icardi, Lautaro Martinez (Martial).