Mercoledì 30 gennaio è stata una giornata da dimenticare per la Roma, la sua avventura in Coppa Italia termina dopo uno schiacciante 7-1 da parte della Fiorentina che passa in semifinale dove affronterà Atalanta, vincente a sorpresa sulla Juventus per 3-0.

Super Fiorentina

I viola hanno infiammato il Franchi e come un uragano hanno spazzato la squadra capitolina senza pietà e senza sosta. Prima tripletta per il giovane Federico Chiesa, futuro della nostra Nazionale, doppietta di Simeone, gol di Benassi e dell'ormai immancabile Muriel, nuovo acquisto della Fiorentina.

La Roma ha tentato di rientrare in partita con la rete del 2-1 di Kolarov, ma subito dopo arriva un altro gol dei fiorentini che iniziano ad allungare le distanze facendo uscire di scena i giallorossi. I ragazzi del mister Stefano Pioli sono stati bravi ad approfittare della debolezza mentale di una squadra allo sbando, mettendola decisamente k.o.

Una squadra grintosa, con un forte carattere e una presenza massiccia in campo, così si è presentata la Fiorentina in campo.

"I ragazzi hanno messo tanta qualità e spirito di sacrificio, quello che serviva per battere una squadra forte come la Roma" , queste le parole dell'allenatore dei viola Pioli a fine gara.

I fiorentini affronteranno in semifinale l'Atalanta, una doppia sfida che si preannuncia complicata per entrambe: si tratta di due squadre cariche e positive che regaleranno indubbiamente due serate di grande calcio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Fiorentina A.S. Roma

Roma da incubo

La strada per mister Di Francesco si fa sempre più tortuosa, con questa sconfitta il suo posto è incerto e la fiducia nei suoi confronti vacilla soprattutto da parte dei tifosi. Questa Roma si è dimostrata senza identità e senza anima: la squadra ha palesato di non crederci fino in fondo, trasformando il match in una notte da incubo per la società e per i tifosi. A metà intervallo Olsen ha visto la propria porta gonfia già di 3 reti e poi altre 4 ne ha viste nella seconda frazione di gara.

Performance assolutamente da cancellare per Florenzi, Pastore, Kolarov e per Dzeko, espulso al 71'. Tanti errori che sono costati le ripartenze e le azioni da gol per la Fiorentina, tante le critiche e le proteste da parte dei seguaci giallorossi contro la società e contro i giocatori accusati di pensare solo ad un tornaconto economico e non alla passione per la maglia.

Per ora mister Di Francesco avrebbe un ultimatum che riguarda la sfida di campionato contro il Milan: se dovesse arrivare un risultato negativo diventerebbe molto probabile un suo esonero.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto