I quarti di finale della Tim Cup 2019 prevedono un Fiorentina-Roma che promette gol e spettacolo visto il modo di giocare di entrambe le formazioni. Il match si gioca in gara unica, alle ore 18:15 di mercoledì 30 gennaio. Chi vuole seguire la partita in presa diretta potrà farlo grazie a Radio1, in tv su Rai2 e in streaming grazie a Rai Play, quindi accessibile da pc, tablet, smartphone. Gli altri quarti di finale sono: Milan-Napoli, Atalanta-Juve, Lazio-Inter e dunque tutte sfide di notevole interesse sia tattico che tecnico.

La Fiorentina vuole la semifinale

Luis Muriel ha avuto un impatto davvero importante nel nostro campionato, con tre gol e un palo in due gare, ma mister Pioli potrebbe decidere di farlo rifiatare, visto che in fondo le alternative offensive non mancano alla Viola. Tornano a disposizione Fernandes e il nazionale Biraghi. Davanti il dubbio è tra Miralles e Pjaca. Benassi deve scontare un turno di squalifica. C'è entusiasmo tra i toscani dopo la sofferta vittoria a Verona (3-4 al volitivo Chievo) e la consapevolezza che questa Coppa o almeno la finale potrebbe essere un obiettivo realistico per quanto riguarda questa stagione.

Per quanto riguarda il modulo prescelto, mister Pioli sarebbe orientato verso il 4-3-3. Davanti al francese Lafont i quattro in linea dovrebbero essere Milenkovic, che pezzella, Ceccherini, Biraghi. In mediana dovrebbero agire Benassi, Veretout, Fernandes. Ancora da scegliere i due compagni del confermatissimo Federico Chiesa nel reparto avanzato.

Roma in stato confusionale dopo Bergamo

Ci sono grandi perplessità a Trigoria per il rendimento, a volte incomprensibile, della Roma, che pochi giorni fa si è fatta rimontare dall'Atalanta (da 0-3 a 3-3) rischiando perfino di capitolare nel finale, dopo un secondo tempo deficitario.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Fiorentina A.S. Roma

A Roma non digerirebbero facilmente un'altra precoce eliminazione in Tim Cup, dopo quella dello scorso anno (a sorpresa) ad opera del Torino. Di Francesco si dovrebbe affidare ancora una volta al 4-2-3-1, ma l'impressione è che in casa Roma il problema non sia tanto il modulo quanto la "testa" cioè la tenuta psicologica di un gruppo che ha delle sbandate spesso incomprensibili. La Roma dovrebbe disporsi in campo con questi effettivi: Olsen, Santon, Manolas, Fazio, Kolarov. In mediana dovrebbero esserci Cristante e Nzonzi bassi e poi il trio Zaniolo, Lorenzo Pellegrini, El Shaarawy.

Davanti il terminale offensivo dovrebbe essere il bosniaco Dzeko, apparso in ottima forma a Bergamo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto