Criticato per la sua gestione societaria, il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, aveva manifestato la volontà di cedere il club rossoblu. Intenzione che non ha mai avuto esito, con un paio di trattative calde saltate quasi al traguardo in questi ultimi anni. Prima con Calabrò, poi con il fondo internazionale di Giulio Gallazzi.

Cessione Genoa, salta l'incontro con Amandatour

Adesso un'altra trattativa con un potenziale acquirente sembra sfumata, prima ancora di entrare nel vivo.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratterebbe secondo l'edizione odierna di 'Repubblica Genova' di un contatto tra Enrico Preziosi ed un'azienda specializzata in viaggi di lusso, con un fatturato vicino ai cinquanta milioni di euro. Amandatour di Salvatore Tuttolomondo avrebbe presentato al patron dei rossoblu un'offerta di venticinque milioni di euro, oltre all'accollamento di tutti i debiti della società. Proposta che Enrico Preziosi non ha ritenuto interessante, rispedendola al mittente.

Sui social si è subito sollevato un sospiro di sollievo, molti tifosi non sono sembrati pienamente convinti del presunto candidato all'acquisto del Genoa. Eppure la trattativa era subito partita spedita, il giornalista di Repubblica Gessi Adamoli spiega come in programma ci fosse un appuntamento fissato martedì per le 16 con Salvatore Tuttolomondo di Amandatour. Un incontro che non si è mai svolto, il presidente del Genoa avrebbe infatti disdetto tutto a pochi minuti dal meeting.

Pubblicità

L'intervista 'premonitrice' di Rino Foschi

L'azienda interessata al Genoa sul proprio sito web si definisce "leader nel settore turistico di lusso da più di vent'anni". Inoltre: "con un giro d'affari supera che i 50 milioni di fatturato annuo, veniamo accreditati ai massimi livelli nel panorama dei viaggi di lusso”. La sensazione è che la trattativa per la cessione del Genoa a cui faceva riferimento nei giorni scorsi il ds del Palermo, Rino Foschi, fosse proprio quella tra Enrico Preziosi e Tuttolomondo.

Operazione che appunto sembra definitivamente tramontata. Si spiega anche così, dunque, il rallentamento dell'affaire Preziosi-Palermo, con l'imprenditore irpino che pare essersi defilato dopo aver strizzato l'occhio al club rosanero. Un interesse che tuttavia rimane fortissimo, come ribadito da Foschi nei giorni scorsi. Il nodo principale, in un certo senso, sembra riguardare direttamente il Genoa, che ancora non ha trovato un nuovo acquirente: "Doveva vendere il Genoa ma poi non ce l'ha fatta.

Pubblicità

Preziosi era molto interessato al Palermo. Il grifone era quasi ceduto" aveva detto il dirigente dei siciliani.

Leggi tutto