La Champions League ha evidentemente lasciato degli strascichi in casa Juventus, con la posizione di Allegri che, per quanto confermata dal presidente Agnelli, non è del tutto sicura. Ovviamente si fanno diversi nomi come possibile sostituto del tecnico livornese: uno di questi è sicuramente Antonio Conte, l'ex giocatore e tecnico bianconero è uno degli più apprezzati dalla dirigenza bianconera in caso di addio di Allegri.

Pubblicità
Pubblicità

A proposito del tecnico salentino, è stato ospite nella trasmissione di Sky 'E poi c'è Cattelan', e ha avuto modo di parlare di Juventus e di José Mourinho. Il conduttore della trasmissione Cattelan lo ha stuzzicato in merito all'esultanza avuta dal portoghese dopo il successo nei gironi di Champions League del Manchester United contro la Juventus. In quell'occasione Mourinho mostrò il numero '3' all'Allianz Stadium per rimarcare il triplete vinto contro l'Inter. A tal proposito Conte ha ribadito che ci sarebbe voluto più rispetto nei confronti dei tifosi juventini.

Conte 'bacchetta' Mourinho per gesto all' 'Allianz':'Doveva aver rispetto degli juventini'
Conte 'bacchetta' Mourinho per gesto all' 'Allianz':'Doveva aver rispetto degli juventini'

'Ci vuole più rispetto per i tifosi juventini'

Antonio Conte, nella trasmissione di Sky, ha ribadito inevitabilmente i meriti di Mourinho, capace di vincere il 'Triplete' ed in generale molte competizioni al livello nazionale ed internazionale. Lo ha però bacchettato in merito all'esultanza all' 'Allianz Stadium', quando ha mostrato il 3 ai tifosi bianconeri. Secondo il tecnico leccese, ci sarebbe voluto più rispetto per i tifosi bianconeri, nonostante però il portoghese fosse stato provocato tutta la partita dai sostenitori bianconeri.

Pubblicità

Allo stesso tempo però Conte ha 'giustificato' il portoghese ribadendo che rientra nel suo personaggio quella esultanza e quindi era comprensibile una reazione del genere di José Mourinho.

I possibili sostituti di Allegri

Abbiamo parlato di Conte, che in qualche modo potrebbe essere una delle soluzioni della dirigenza bianconera in caso di addio di Allegri. Il tecnico leccese ritornerebbe volentieri a Torino ma non sarebbe l'unico nome sul quale sta lavorando la dirigenza bianconera: anche Deschamps, commissario tecnico della Francia campione del mondo, piace molto ai dirigenti juventini ma la suggestione ed il sogno resta Pep Guardiola.

La disfatta in Champions League del Manchester City non ha di certo sminuito la considerazione del tecnico spagnolo, che resta uno dei migliori al mondo. Il contratto faraonico con il quale è legato al City però lo rende una pista difficile per la Juventus, a meno di una rescissione con la società inglese. Di certo la sconfitta in Champions League della Juventus ha pesato molto fra i tifosi e la dirigenza bianconera, che starebbe valutando una sorta di 'rivoluzione' di mercato per la prossima stagione.

Pubblicità

Leggi tutto