Chi di sorpasso ferisce, di sorpasso perisce. Si potrebbe riassumere così quanto sta accadendo in queste ultime ore in casa Inter. I nerazzurri, dopo aver brillantemente superato il Milan nella corsa a Stefano Sensi, siglando l'intesa con il Sassuolo e il calciatore atteso la prossima settimana per le visite mediche di rito, avrebbero tentennato un po' troppo sul fronte Nicolò Barella, facendosi cogliere di sorpresa dalla Roma che, lavorando sotto traccia e senza troppi proclami, sarebbe riuscita a convincere il patron del Cagliari, Tommaso Giulini, a strappare un primo, importante sì per l'approdo del talento sardo nella capitale.

Il Corriere dello Sport, infatti, rivela che Roma e Cagliari si sarebbero accordate in questi termini: 35 milioni di euro cash più il cartellino di Gregoire Defrel (valutato 15 milioni) per raggiungere la somma totale di 50 milioni, ovvero il prezzo fissato dal club sardo per privarsi del giovane nazionale azzurro. A questo punto, mentre il neo-tecnico giallorosso Fonseca gongola, immaginando la sua squadra con un 4-2-3-1 in cui Barella potrebbe giostrare da centrocampista o trequartista, si attende l'eventuale contromossa dell'Inter che potrebbe arrivare lunedì durante la riunione in Lega Calcio.

È vero che Beppe Marotta può ancora contare sul gradimento del calciatore, ma sembra che intanto Giulini abbia già dato la sua parola a Fienga-Petrachi, mentre il ragazzo avrebbe fatto sapere al presidente rossoblu di non disdegnare un eventuale approdo alla Roma, mettendo in cima alla sua volontà il bene e gli interessi della società che gli ha permesso di farsi conoscere nel grande calcio e di puntare al salto di qualità verso una formazione più ambiziosa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Defrel contropartita tecnica gradita al Cagliari

L'Inter, preso atto del sorpasso della Roma, se vorrà riportarsi in vantaggio sui giallorossi dovrà necessariamente mostrare meno dubbi e più concretezza. Del resto, nonostante sia un dichiarato tifoso della Beneamata, Tommaso Giulini sarebbe piuttosto infastidito dal "tira e molla" nerazzurro, e a sua volta Barella, durante lo sfortunato Europeo Under 21 con la nazionale italiana, avrebbe manifestato un pizzico di delusione coi compagni di squadra Zaniolo e Lorenzo Pellegrini, sentendosi ancora in bilico a causa del mancato affondo del club di Zhang.

La Roma avrebbe fatto degli importanti passi in avanti nel corso della settimana, e la trattativa si sarebbe sbloccata soprattutto dopo un incontro con Giampiero Pocetta, agente di Defrel. Questi, infatti, avrebbe fatto sapere a Petrachi che il suo assistito sarebbe stato ben disposto ad un trasferimento al Cagliari (dopo una stagione in prestito alla Sampdoria), e a questo punto sarebbe stato possibile contattare Giulini per proporgli 35 milioni di euro cash più il cartellino dell'attaccante francese per arrivare alla fatidica cifra di 50 milioni.

Il Cagliari avrebbe gradito la proposta giallorossa, anche perché il tecnico rossoblu Maran avrebbe indicato proprio nell'ex Sampdoria il partner ideale d'attacco di Pavoletti.

L'ultimo tassello per Petrachi e Fienga sarebbe legato all'intesa economica da raggiungere con il centrocampista. In realtà, qualora l'Inter non dovesse presentare al Cagliari una controfferta soddisfacente, questo non dovrebbe essere un grosso ostacolo: la Roma, infatti, avrebbe pronto un contratto quinquennale con ingaggio da 2,5 milioni netti all'anno più bonus, uno stipendio che sarebbe in linea con quelli già versati ai migliori elementi dell'organico giallorosso.

Insomma, ad oggi pare che la società capitolina abbia attuato la strategia giusta per convincere Cagliari e Barella: si attende la replica dell'Inter che, però, adesso non potrà più perdere troppo tempo, altrimenti rischierebbe di lasciarsi sfuggire di mano quello che, fino a pochi giorni fa, veniva ormai considerato come uno degli acquisti (quasi) certi di questo Calciomercato estivo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto