Juventus-Lokomotiv Mosca riapre la Champions League bianconera, venti giorni dopo il rotondo 3-0 rifilato al Bayer Leverkusen. Allo Stadium martedì sera arrivano i russi primi in classifica in patria insieme allo Zenit. La squadra ex-sovietica secondo molti doveva essere la cenerentola del girone, ma la vittoria all’esordio a Leverkusen ha cambiato le carte in tavola. Per la Juve non sarà una gara semplice ma è ovvio che i favori del pronostico sono tutti per i bianconeri che arrivano al match quasi al gran completo.

La vittoria 2-1 contro il Bologna di ieri non è stata di certo brillante, ma dopo la sosta per le Nazionale è difficile essere al meglio. Così in Champions ci si aspetta qualcosa di più anche perché c’è da sfruttare il fattore campo per andarsi a prendersi già una fetta di qualificazione. I Campioni d’Italia sono primi in classifica insieme all’Atletico Madrid a quota 4 punti che riceve un Bayer Leverkusen già quasi all'ultima spiaggia.

Juventus-Lokomotiv Mosca, Sarri sorride: c’è anche Ramsey

Juventus-Lokomotiv Mosca è quindi una ghiotta occasione per lanciarsi verso la qualificazione e per Sarri le notizie che arrivano dall’infermeria sono più che buone. Aaron Ramsey secondo Tuttosport sarà della gara, starà poi al tecnico decidere se schierarlo dal primo minuto oppure no. Il gallese continua a soffrire di problemi muscolari che lo limitano e non poco in allenamento.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Per questo viene utilizzato con il contagocce, un modo per evitare anche eventuali ricadute. Così contro il Bologna non è stato nemmeno convocato, ma questo non rappresenta una frenata verso il ritorno in campo. La Juve ha solo preso una precauzione in modo da averlo a disposizione per la Champions League martedì sera.

Per quello che riguarda l’infermeria un'altra buona notizia arriva da Danilo con il brasiliano che ieri era in panchina e quindi è pronto per tornare pienamente a disposizione.

Qualche dubbio in più su Douglas Costa e De Sciglio. Alla vigilia del match con i felsinei Sarri non aveva azzardato pronostici dicendo solamente: “mi arrivano notizie confortanti dallo staff medico”.

Buone nuove che però non hanno permesso ai due di essere almeno in panchina ieri sera. Per loro saranno decisivi i prossimi tre giorni di allenamenti alla Continassa. Impossibile ipotizzare una probabile formazioni al momento, stando così le cose è molto probabile che i bianconeri si schierino ancora con il 4-3-1-2.

Con questo sistema di gioco i ballottaggi saranno sempre i soli: Higuain-Dybala in attacco e le due mezzali con Matuidi, Khedira, Rabiot e Bentancur a giocarsi due maglie.

La Juventus deve stare attenta, la Lokomotiv Mosca è un rullo compressore

Se Sarri sorride di certo non può fare lo stesso il collega Jurij Semin. La sua Lokomotiv Mosoca affronterà la Juventus con tanti assenti soprattutto in attacco.

All’appello mancheranno il centravanti Smolov e le due ali Jefferson Farfan e Rifat Zhemaletdinov, anche se quest’ultimo potrebbe farcela. Restano quindi a disposizione il portoghese Eder, eroe dell’Europeo vinto dalla sua Nazionale, l’ex sampdoriano Luka Djordjievic e il giovane Tugarev. Alla lunga lista degli indisponibili si aggiungono il trequartista Anton Miranchuk e il terzino Rotenberg, out fino a febbraio per la rottura del crociato.

Nonostante l’infermeria piena la Lokomotiv viaggia a ritmi altissimi in patria con il primato in classifica figlio di 9 vittorie, due pareggi e due sole sconfitte. In campionato non perde addirittura dal 31 agosto mentre vanno annotate l’eliminazione in Coppa di Russia con il Baltica e la sconfitta in Champons con l’Atletico in casa per 2-0.

La rosa dei russi è zeppa di giocatori molto ben conosciuti al grande pubblico. La coppia centrale difensiva per esempio è composta dal vicecampione del mondo Vedran Corluka e Benedikt Howedes, di cui si ricorda anche un breve passaggio in bianconero. A centrocampo la stella è sicuramente Krychowiak arrivato dal PSG e già a segno cinque volte in campionato. A garantire qualità sulla trequarti sarà Joao Mario, portoghese che all’Inter ha fallito e in Russia sta cercando di tornare ai suoi livelli. Juventus-Lokomotiv Mosca si avvicina tra buone notizie, per i bianconeri, e meno buone per i russi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto