Reduce dalla sconfitta interna con il Barcellona e dalla conseguente eliminazione dalla Champions League alla fase a gironi (con retrocessione in Europa League), l'Inter è chiamata a lasciarsi alle spalle questa delusione per rituffarsi con decisione sul campionato. I nerazzurri, infatti, dopo lo 0-0 interno con la Roma del turno precedente e, approfittando della sconfitta della Juventus in casa della Lazio, hanno confermato la prima posizione in classifica portando a +2 il vantaggio sui campioni d'Italia in carica.

La 16ª giornata di Serie A prevede per Handanovic e compagni un impegno storicamente ostico. La compagine milanese, infatti, domenica 15 dicembre alle ore 20:45 sarà di scena allo stadio Artemio Franchi dove affronterà la Fiorentina. Nonostante i toscani siano in evidente crisi di risultati e appena tredicesimi in classifica con 16 punti, gli uomini di Antonio Conte non dovranno affatto sottovalutare l'impegno. Guardando i precedenti, infatti, si apprende come il fortino viola sia ormai da cinque anni tabù per l'Inter, che non riesce a conquistare i tre punti dal lontano 2014.

Era il 15 febbraio quando la squadra lombarda (all'epoca allenata da Walter Mazzarri) s'impose in trasferta per 2-1 grazie alle reti di Palacio e Icardi, intervallate dal momentaneo pareggio di Cuadrado. Da quel momento il campo di Firenze è risultato inespugnabile per la Beneamata che è riuscita soltanto a strappare due pareggi, l'ultimo dei quali risale allo scorso campionato quando la sfida terminò con il punteggio di 3-3 e roventi polemiche per un calcio di rigore dubbio concesso ai viola in pieno recupero.

Fiorentina imbattuta in casa con l'Inter da cinque gare di fila

I precedenti di Fiorentina-Inter dimostrano chiaramente che la gara di domenica sera non sarà affatto una passeggiata per la formazione guidata da Antonio Conte. Quella del 16° turno della Serie A 2019/2020 sarà la 163ª sfida tra le due avversarie, e nel complesso il computo vede in vantaggio i nerazzurri con 66 affermazioni contro le 44 dei viola, mentre i pareggi sono 52.

Soffermandosi sulle ultime partite giocate in Toscana, i padroni di casa risultano imbattuti con il club meneghino da ben cinque gare consecutive (3 vittorie della Fiorentina e 2 pareggi).

Gli attaccanti gigliati quando incrociano la difesa interista si scatenano: la media-goal della società fiorentina nelle ultime 7 sfide disputate al Franchi è di 2,7 reti a partita. Bisogna aggiungere che anche l'Inter vanta un ottimo score nei confronti dell'attuale squadra di Vincenzo Montella: infatti, qualora dovesse riuscire ad andare a segno contro i viola, sarebbe il 250° goal in Serie A, e si tratterebbe della "vittima" preferita della squadra lombarda dopo la Roma.

L'Inter in questa prima fase del campionato sta viaggiando al ritmo di un'ottima media punti: finora ne ha accumulati 38 in 15 giornate, e le uniche occasioni in cui ha fatto meglio sono state nel 2006/2007 e nel 2017/2018 quando aveva raggiunto quota 39 in classifica. Positivo anche il ruolino di marcia tenuto fin qui in trasferta: con le 7 affermazioni stagionali, è stato eguagliato il record già detenuto dal Milan nel 1992/1993, dalla Juventus nel 2018/2019 e dalla Lazio nel 2002/2003.

La Fiorentina sta decisamente peggio. I ragazzi di Montella sono riusciti a racimolare appena 16 punti in 15 partite e vengono da 4 sconfitte consecutive: nella sua storia, soltanto in due occasioni la società gigliata ha fatto segnare il record negativo di 5 debacle di fila, ovvero lo scorso anno sempre con il tecnico campano in panchina, e poi nel 2002 quand'era guidata da Chiarugi.

E se il Franchi porta bene ai viola quando incrociano l'Inter, tuttavia negli ultimi 18 match di Serie A lo stadio di Firenze non è stato particolarmente tenero nei confronti di Federico Chiesa e compagni, poiché sono arrivate solo 2 vittorie e ben 9 pareggi e 7 sconfitte.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!