Inter-Barcelllona è il match decisivo per i nerazzurri per la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. La partita si giocherà questa sera, martedì 10 dicembre, con fischio d'inizio alle 20.45. Le due formazioni affronteranno questo match con un diverso spirito. Il Barcellona è infatti già sicuro del primo posto del girone, è già qualificato e dunque potrà scendere in campo senza alcun assillo. Tant'è che ha anche lasciato a casa a riposare il suo giocatore più rappresentativo, Leo Messi.

L'argentino infatti non è stato nemmeno convocato. Diverso invece il discorso per l'Inter. Saranno 90 minuti decisivi per i nerazzurri, che al momento sono a quota 7 insieme al Borussia Dortmund ma hanno il vantaggio negli scontri diretti. Questo vuol dire che in caso di arrivo a pari punti sarà l'Inter ad andare avanti nella competizione.

Inter, c'è un grande dubbio

Antonio Conte deve fare a meno di diversi elementi per questa sfida, specie a centrocampo dove sono out Sensi e Barella. I dubbi insomma tutti in quel reparto.

Ma andiamo con ordine. In porta c'è Handanovic, in difesa invece il solito terzetto formato da Godín, Skriniar e De Vrij. Sulla corsia destra il punto interrogativo è rappresentato dalle condizioni di Candreva, che non è al meglio ma dovrebbe stringere i denti ed essere della sfida. In caso di forfait è pronto comunque D'Ambrosio, che pare essere favorito su Lazaro. A sinistra invece giocherà Biraghi.

In mezzo al campo praticamente giocano gli unici uomini rimasti a disposizione, ovvero Brozovic in regia affiancato da Borja Valero e Vecino. In attacco nella formazione dell'Inter anti-Barcellona ci saranno ovviamente le due stelle Lukaku-Lautaro Martinez, che hanno dimostrato finora di avere un'intesa davvero strepitosa.

Barcellona, sarà turnover

Come detto il Barcellona è già qualificato agli ottavi e dunque il tecnico Valverde potrà far rifiatare qualche big.

Messi non convocato mentre Suarez dovrebbe andare in panchina. Nel 4-3-3 blaugrana giocherà Neto in porta, mentre la difesa sarà composta da Wague, Todibo, Umtiti e Junior Firpo. A centrocampo non si può prescindere dall'esperienza europea di Rakitic e Vidal, mentre in cabina di regia ci sarà la possibilità di mettersi in mostra per Alena. Nel tridente offensivo l'unica stella che dovrebbe scendere in campo è Griezmann, senz'altro un elemento molto pericoloso che l'Inter dovrà tenere a bada. Attenzione però anche a Perez e soprattutto a Ansu Fati, un giovanissimo attaccante 17enne che si è già fatto notare per il suo talento e che avrà voglia di mettersi in mostra sotto le luci di San Siro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!