Il mercato dell'Inter in questo mese di gennaio è in fermento. In queste ore è approdato a Milano l'esperto terzino britannico Ashley Young, ma quasi certamente nei prossimi giorni la società milanese metterà a disposizione del tecnico Antonio Conte altri rinforzi per completare la rosa. Dunque, se da un lato si continua a lavorare nell'immediato, con i vari obiettivi Eriksen (Tottenham), Moses (Chelsea) e Giroud (Chelsea); dall'altro, in ottica futura giungono delle indiscrezioni sul destino di Ivan Perisic che potrebbero creare qualche grattacapo di troppo a Marotta e Ausilio.

L'esterno croato, infatti, molto probabilmente non verrà riscattato dal Bayern Monaco al termine della stagione, e dunque sembra destinato a tornare alla Pinetina.

Il 31enne balcanico è stato uno degli "epurati di lusso" dell'Inter durante lo scorso Calciomercato estivo insieme ai ben noti Mauro Icardi (finito al Paris Saint-Germain) e Radja Nainggolan (attualmente in forze al Cagliari). Nel mese di agosto il club meneghino era riuscito a trovare un accordo con il Bayern Monaco che aveva prelevato il vicecampione del mondo 2018 in prestito oneroso, pagando 5 milioni di euro alla società di Zhang, mentre il diritto di riscatto era stato fissato a 20 milioni di euro.

L'esperienza di Perisic con la maglia della squadra bavarese, però, fin qui sembra non aver entusiasmato i vertici dirigenziali e nemmeno il nuovo allenatore Hans-Dieter Flick, subentrato a stagione in corso a Niko Kovac. Di conseguenza, stando a quanto riportato dalla testata tedesca Bild, al termine di quest'annata calcistica i campioni di Germania sarebbero pronti a rispedire il giocatore croato al mittente.

Perisic sta deludendo al Bayern Monaco

Le prime partite di Ivan Perisic con la maglia del Bayern Monaco, in realtà, non erano state insufficienti. Infatti, dopo un breve e normale periodo di ambientamento, l'ex interista era riuscito a ritagliarsi uno spazio importante tra i titolari, totalizzando in 19 incontri 4 reti e 6 assist. La situazione, però, sembra essere mutata in peggio con il trascorrere dei mesi, e soprattutto con l'avvicendamento in panchina tra Kovac e Flick.

Niko Kovac, infatti, aveva voluto fortemente con sé il connazionale. Probabilmente, dunque, forte della fiducia riposta nei suoi confronti dall'ormai ex tecnico della compagine tedesca, Perisic era riuscito ad esprimersi al meglio delle sue potenzialità. All'opposto, nel momento in cui i vertici della società di Monaco di Baviera hanno deciso di sollevare dall'incarico l'allenatore balcanico per sostituirlo con il tedesco Flick, le performance dell'esterno offensivo ex Wolfsburg sono decisamente calate.

A fronte di questo peggioramento delle prestazioni in campo, i dirigenti del Bayern Monaco si starebbero convincendo a non esercitare più il diritto di riscatto durante il prossimo mercato estivo fissato a 20 milioni di euro.

Ovviamente, se ciò dovesse accadere, per l'Inter sarebbe un bel problema: Perisic infatti continuerà a restare fuori dai piani della società milanese e del tecnico Antonio Conte, e dunque sarà necessario e fondamentale trovargli una nuova sistemazione, magari a titolo definitivo, per evitare non solo di ritrovarsi con un "separato in casa" in organico, ma anche privi di una buona somma di denaro derivante da un'eventuale cessione.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!