Nonostante la sessione invernale di Calciomercato si sia chiusa solo pochi giorni fa, diversi affari impostati ma non concretizzati potrebbero avere una svolta in estate. Tra questi, quello tra Cengiz Under e il Milan è sicuramente da tenere d'occhio. L'esterno sinistro della Roma è stato vicino al club rossonero, per via anche dei buoni rapporti che intercorrono tra il Milan e l'agente del calciatore, Ramadani. Ma né lo scambio con Suso né l'inserimento di Juan Jesus nell'operazione hanno convinto i giallorossi a privarsi sin da subito di Under.

Tuttavia, l'idea sarebbe ancora ben presente nella testa dei dirigenti rossoneri, che ben gradiscono il calciatore da un punto di vista tecnico. Non è difficile pensare che con il recupero di Zaniolo e l'inserimento in pianta stabile di Carles Perez, nuovo acquisto giallorosso, il principale indiziato a lasciare la Roma sia proprio Under.

Under-Milan, pista viva

Ci sarebbe anche una motivazione strettamente economica a favorire l'eventuale operazione. La Roma, che potrebbe anche non qualificarsi in Champions per il secondo anno consecutivo, vorrebbe venderlo in estate per monetizzare quanto più possibile dalla sua cessione e ottenere così una grossa plusvalenza.

I conti giallorossi ne gioverebbero sicuramente, con il Milan pronto ad affondare il colpo.

Lo riporta anche il giornalista ed esperto di calciomercato, Gianluca Di Marzio: "Se la Roma dovesse dire che Under è sul mercato, il Milan sarebbe di nuovo pronto a prenderlo. Se le valutazioni della Roma su Under dovessero cambiare per l’estate, allora il Milan è pronto a fare sicuramente l’operazione. La Roma a gennaio non ha mai aperto alla sua cessione: c’era l’infortunio di Zaniolo, non si sapeva poi quali giocatori sarebbero arrivati in quel ruolo.

Si è parlato di uno scambio Suso-Under con Juan Jesus nell'operazione, però poi non si è mai arrivati alla fase di decollo".

Anche gli infortuni che hanno colpito i vari Kluivert, Perotti e Mkhitaryan hanno di certo contribuito alla decisione della Roma di non privarsi del suo esterno, pedina comunque importante per Fonseca e autore di due gol stagionali (entrambi contro il Genoa, entrambi in campionato).

Una rosa, quella rossonera, da arricchire

Con le diverse cessioni effettuate nell'ultima sessione di calciomercato (Caldara, Rodriguez, Suso, Borini, Piatek) e con diversi contratti in scadenza che non sembrano essere nell'ordine delle idee di essere rinnovati (Bonaventura e Biglia), la rosa del Milan avrà necessita di essere riempita da diversi elementi, seguendo i dettami tecnici ed economici. Under, appunto, sarebbe un profilo gradito per costi (importanti, ma in ribasso rispetto a un anno fa), per duttilità (è possibile impiegarlo come esterno destro nel 4-3-3, nel 4-2-3-1 e nel 4-4-2), per età e per qualità tecnica.

Resta da capire anche chi sarà il prossimo allenatore del Milan e quale progetto tecnico intenderà mettere in atto, visto che la conferma di Pioli (che ha un contratto fino a fine anno più opzione per il successivo in caso di qualificazione in Europa) appare piuttosto lontana. A tal proposito, diverse sono le voci provenienti dalla Germania (con la conferma della Bild) che vorrebbero Ralf Rangnick in prima fila: sarebbe pronto un doppio ruolo di allenatore e direttore sportivo per l'uomo tuttofare del gruppo RedBull, vero e proprio costruttore del Lipsia e del Salisburgo.

Il Milan e Under, un flirt invernale mai del tutto spento e pronto a tornare di moda al termine della stagione, con i rossoneri forti anche della volontà del calciatore turco.

Non resterà che attendere l'apertura della prossima sessione di calciomercato. Infatti, le strategie delle società non si fermano e le squadre cominciano già a studiare le mosse per la sessione estiva del mercato.

Segui la nostra pagina Facebook!