Milan-Juventus è il prossimo impegno che attende la formazione bianconera. Giovedì 13 febbraio andrà in scena la semifinale d'andata di Coppa Italia e questo match arriva in un momento molto delicato per la Juve. La sconfitta patita in campionato sul campo del Verona ha fatto perdere il primo posto solitario in classifica, con l'Inter che ha colmato il gap di punti e la Lazio che si è avvicinata alla vetta. Sarri è finito sulla graticola. Il tecnico finora non è riuscito a dare la sua impronta di gioco alla squadra, trascinata da un grande Cristiano Ronaldo ma incapace troppe volte di chiudere la partita anche contro avversari meno quotati.

Uomini contati per Sarri

L'allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha gli uomini contati in vista di questa sfida di Coppa Italia. E deve anche fare i conti con la stanchezza accumulata nelle ultime gare, senza dimenticare che all'orizzonte ci sono sfide decisive sia in campionato che in Champions League. Le ultime due defezioni in casa bianconera sono Bernardeschi e Douglas Costa. Il brasiliano, che si è infortunato a Verona, non sarà disponibile e questo purtroppo priva il tecnico di una pedina importante.

Bernardeschi è sulla via del recupero come Danilo ma non sarà rischiato in questo match.

La probabile formazione bianconera

E allora in Milan-Juventus dovrebbero essere delle novità nello scacchiere bianconero. In porta Sarri dovrebbe dare spazio a Buffon, che farà riposare Szczesny e avrà così l'opportunità di dimostrare nuovamente il suo valore, nonostante i 42 anni già compiuti. In difesa ci saranno altri giocatori pronti a scendere in campo dal primo minuto, vale a dire De Sciglio e Rugani.

Il primo consentirà ad uno tra Cuadrado ed Alex Sandro di rifiatare. Il secondo prenderà probabilmente il posto di De Ligt al fianco di Bonucci. Con la Juventus poi che spera di avere al più presto a disposizione Chiellini, ormai quasi pronto a tornare in campo dopo un grave infortunio.

A centrocampo giocherà Miralem Pjanic in cabina di regia, una maglia da titolare sicuramente sarà affidata anche a Matuidi, che nelle ultime settimane ha perso posti nelle gerarchie del tecnico a scapito di Rabiot.

Proprio l'altro francese, ex Psg, potrebbe completare il pacchetto sulla linea mediana, con Ramsey destinato invece a giocare nel ruolo di trequartista. Difficile pensare che Sarri possa schierare dall'inizio il tridente. Al fianco di Cristiano Ronaldo, sicuro titolare anche in virtù del fatto che è andato a segno nelle ultime 10 gare di serie A, ci sarà come al solito uno tra Dybala e Higuain. Con il primo che questa volta sembra essere favorito per scendere in campo dal primo minuto.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!