Sono giornate di apprensione e incertezza quelle vissute dal mondo del calcio italiano e non solo, in queste ore l'Assemblea di Lega di Serie A cerca di trovare una soluzione utile al completamento dei campionati, non solo per la massima serie ma anche per le categorie inferiori. Una situazione mai vissuta prima e che vede il calcio interrogarsi sulle misure da adottare per garantire la sicurezza di staff tecnici ed atleti ma sopratutto per cerca di fare mantenere credibilità ad una stagione difficile sotto molti aspetti.

Un incastro difficile, con tempi ristrettissimi, in un momento nel quale l'attenzione risulta ancora rivolta all'emergenza sanitaria che sta caratterizzando da settimane la penisola italiana.

Si decide il futuro dei campionati

La volontà di tutti rimane quella di potere tornare il prima possibile a parlare di calcio giocato, emozioni e vittorie ma la realtà dei fatti impone un'attenta riflessione per non avvantaggiare o sfavorire alcuni club rispetto ad altri. L'unica certezza che traspare è la classifica maturata fino a questo momento: a dodici turno dal termine la Juventus guida la classifica della Serie A, la Lazio insegue a distanza ravvicinata mentre l'Inter risulta distaccata.

In fondo alla graduatoria tutto aperto con il discorso salvezza che lascia ancora dei verdetti da assegnare. Una decisione potrebbe arrivare all'incirca per la metà del mese di aprile, valutando l'evolversi della pandemia da coronavirus. Tra le ipotesi al vaglio c'è quella di cristallizzare l'attuale graduatoria andando ad operare per la mancata assegnazione dello Scudetto, mantenendo intatte le posizioni per decretare i posti utili per le prossime competizioni europee.

In fondo alla graduatoria tutto da valutare con l'ipotesi di blocco delle retrocessioni che potrebbe diventare inevitabile.

Benevento e Crotone: ipotesi Serie A

Dopo avere sciolto il nodo legato al massimo campionato ci sarò poi da modulare i verdetti della Serie B. Difficile non concedere il salto di categoria al Benevento che viaggia con ampio margine sul resto delle squadre concorrenti, così come il Crotone che allo stato attuale rappresenterebbe la seconda formazione ammessa in Serie A.

Con le promozioni delle due formazioni e il contestuale blocco delle retrocessioni si andrebbe ad aprire uno scenario di Serie A 2020-2021 con ben 22 squadre ai nastri di partenza. In questo caso si andrebbero ad annullare lo svolgimento dei Play-Off con contestuale annullamento anche delle retrocessioni, situazione che di fatto andrebbe a influenzare anche i verdetti del torneo di Serie C.

Ritorno in campo, la soluzione ideale

Assegnare in questo modo i risultati sportivi rappresenterebbe una necessità per un movimento, quello calcistico, che non potrebbe fare altro che prendere atto dell'emergenza e adeguarsi di conseguenza per in inficiare anche lo svolgimento dei prossimi campionati.

Tra formazioni soddisfatte e altrettante scontente si potrebbero il calcio potrebbe nel nuovo anno tornare a svolgersi. La speranza di Istituzioni e società rimane però quella di arrivare alla disputa delle gare mancanti, anche se in modo "rivalutato" con match programmati nell'arco di pochi giorni, elemento che andrebbe ad incidere comunque non poco sia sul rendimento dei calciatori che sul valore reale delle prestazioni offerte.

Segui la nostra pagina Facebook!