In questi giorni i giocatori della Juventus sono in isolamento volontario dopo che Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus. Nessun calciatore, in questo momento, sta accusando sintomi riconducibili al Covid - 19. La Juventus, però, nelle prossime ore sottoporrà i giocatori e, tutte le persone che sono entrate in contatto con Rugani, al tampone per il Coronavirus. In questi giorni anche Cristiano Ronaldo è in isolamento volontario e sta trascorrendo questo periodo di quarantena a Madeira. Per ora, però, un suo rientro a Torino non è in programma. Dunque è possibile che CR7 resti in Portogallo ancora per qualche settimana.

La Juventus affronta l'emergenza Covid - 19

La Juventus, in questi giorni, si sta trovando ad affrontare l'emergenza Coronavirus. La società, dopo la positività al Covid - 19 di Daniele Rugani, ha messo in isolamento 121 persone. Adesso il club deve capire se qualche altro calciatore ha contratto il virus. Infatti, il periodo di incubazione per il Covid - 19 va tra i cinque e gli otto giorni, perciò quando sarà passato questo lasso di tempo, lo staff medico della Juventus sottoporrà tutti i giocatori, i membri dello staff tecnico e tutte le persone che sono entrate in contatto con Rugani al tampone. Una volta che arriveranno i risultati dei vari test i calciatori resteranno in isolamento e se tutto andrà per il verso giusto dal 26 marzo si inizierà a pensare ad un'eventuale ripresa degli allenamenti.

Inoltre, la Juventus non comunicherà, per questioni di privacy, chi e quando verrà sottoposto ai test per il Coronavirus e solo in caso di una nuova positività verrà fatto un comunicato ufficiale. Inoltre, i tamponi ai giocatori verranno fatti a domicilio.

La Juventus, in settimana, potrebbe inviare un programma di lavoro ai giocatori

In questi giorni di quarantena, i giocatori della Juventus stanno facendo qualche esercizio fisico presso le loro abitazioni. Infatti, i calciatori non vogliono perdere il tono muscolare, ma non possono svolgere allenamenti troppo faticosi per evitare che si abbassino le difese immunitarie.

Non è da escludere che, nel corso della settimana, la Juventus invii un programma di lavoro ad ogni calciatore, ovviamente questo programma dovrà essere svolto presso le loro abitazioni.

L'attaccante della Juventus resta in Portogallo

Domenica 8 marzo, al termine della gara tra la Juventus e l'Inter, Cristiano Ronaldo è volato a Madeira per andare a trovare la madre che da qualche settimana è ricoverata in seguito ad un malore. Dopo la positività di Rugani al Covid - 19, CR7 ha scelto di restare in Portogallo e di passare li la sua quarantena. Ronaldo è chiuso nella sua casa di Madeira insieme alla compagna Georgina e i figli Cristiano Jr, Mateo, Eva e Alana Martina. In questi giorni, di isolamento volontario, l'attaccante della Juventus sta continuando ad allenarsi per non perdere la forma.

Per il momento, CR7 non rientrerà a Torino e solo dopo il 26 marzo si capirà se rientrerà in Italia oppure se resterà in Portogallo.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!