Sono tanti i numeri 10 della storia della Juventus che hanno scritto pagine importanti del club bianconero. Da Platini a Baggio, fino ad arrivare a Del Piero o ai più recenti Pogba e Dybala, tutti questi sono rimasti e sono tuttora degli idoli calcistici per i sostenitori bianconeri. Negli scorsi anni i tifosi della Juventus si sono legati anche ad un'altro numero 10 che ha giocato due anni in bianconero, parliamo di Carlos Tevez, che è stato dal 2013 al 2015 alla Juventus disputando - nelle sole gare di campionato - 66 partite e realizzando 39 gol.

Peraltro Marchisio di recente, in una diretta Instagram, aveva sottolineato come l'argentino in quegli anni si sia calato alla grande nella realtà bianconera diventando subito un beniamino dei tifosi.

In una recente intervista a 'Marca', l'attuale attaccante del Boca Juniors si è soffermato sulla sua esperienza professionale al Manchester United. Nella società inglese ha avuto l'opportunità di giocare con Cristiano Ronaldo. L'argentino ed il portoghese hanno in comune il fatto di aver lasciato lo United nello stesso anno, ovvero nel 2009, per andare rispettivamente al Manchester City e al Real Madrid.

Tevez nell'intervista al giornale spagnolo si è soffermato sulla professionalità di Cristiano Ronaldo, parlando anche del manager storico dello United Alex Ferguson, con il quale non ebbe un rapporto particolarmente positivo.

'Cristiano Ronaldo allo United passava tutto il tempo in palestra, è ossessionato'

Carlos Tevez a 'Marca' ha raccontato qualche aneddoto della sua carriera da giocatore professionista in Europa. In particolar modo si è soffermato sugli anni al Manchester United, quando condivise lo spogliatoio con Cristiano Ronaldo.

Sul portoghese ha dichiarato: "passava tutto il tempo in palestra, è ossessionato".

Ha poi raccontato che il portoghese era sempre il primo ad arrivare al campo degli allenamenti: "Se arrivavo alle ore 7:30, era lì. Un giorno mi presentai alle 6. Lo trovai sul posto, mezzo addormentato. Ma c’era". Parole che testimoniano la grande professionalità dell'attuale punta della Juventus.

Tevez, frecciatina ad Alex Ferguson

Carlos Tevez ha poi parlato deklo storico manager del Manchester United Alex Ferguson, spiegando che fra i motivi che lo portarono a lasciare la società inglese c'era anche il difficile rapporto con il tecnico scozzese. Ha poi aggiunto: "Si credeva il presidente d’Inghilterra. Era impossibile discutere con lui, perché aveva sempre ragione".

Infine Tevez ha spiegato che nel 2009, nella finale di Champions League allo Stadio 'Olimpico' di Roma fra Manchester United e Barcellona (vinta dai catalani di Guardiola) sarebbe stata decisiva nella sconfitta la scelta di Ferguson di non schierarlo titolare. Tevez ha infatti raccontato che quella finale è stata l'unica persa dalla squadra nel periodo in cui l'argentino è stato allo United.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!