In attesa della possibile ripartenza della Serie A, continuano ad arrivare le notizie di Calciomercato. Il nome nuovo per il futuro dell'Inter pare essere il giovanissimo Georgios Vagiannidis. Il giocatore classe 2001 di nazionalità greca in forza al Panathinaikos, grazie alla sua velocità e ai margini di miglioramento sembra la pedina ideale per il club nerazzurro.

Georgios Vagiannidis: caratteristiche

Beppe Marotta ha abituato, prima alla Sampdoria e successivamente alla Juventus, a grandi scoperte di mercato. Adesso che è approdato all'Inter il suo radar di talenti pare sia rimasto impeccabile, e il nome nuovo per la squadra di Conte potrebbe essere Georgios Vagiannidis.

Nato ad Atene, in Grecia, il 17 settembre 2001 è un esterno difensivo destro dotato di ottima tecnica che potrebbe divenire un'ala all'occorrenza, essendo capace di puntare la porta e rapida negli inserimenti.

Ha giocato nelle Nazionali giovanili greche, passando dall'Under 17 all'Under 19, con nove presenze e una rete all'attivo. La sua esperienza in prima squadra col Panathinaikos, però, è stata quasi paradossale: difatti il giovane Vagiannidis ha debuttato il 16 febbraio, giocando 61 minuti, con un goal e un assist. Una prima da urlo, ma non per la società, che ha posto una specie di ultimatum al ragazzo col contratto in scadenza il 30 giugno 2020, ovvero che se non avesse firmato il rinnovo non avrebbe più visto il campo.

Georgios ha deciso di non firmare ed il Panathinaikos, come promesso, l'ha tenuto fuori rosa. L'Inter, quindi, avrebbe la ghiotta occasione di accaparrarselo a parametro zero e pare proprio che Marotta non si voglia far sfuggire tale occasione.

Anche Barcellona e Borussia Dortmund sul giovane

Sul talentino greco pare esserci l'interesse anche da parte di altri club blasonati con Barcellona e Borussia Dortmund, ma secondo le ultime indiscrezioni l'Inter sarebbe in grosso vantaggio.

La Gazzetta dello Sport dà l'affare per praticamente fatto e afferma che la firma sarebbe imminente.

Peraltro per la compagine milanese pare proprio che il riscatto di Moses, fissato a 12 milioni, difficilmente si concretizzerà. I nerazzurri avrebbero chiesto uno sconto del 50% al Chelsea per riscattare il giocatore, ricevendo risposta negativa.

In questo caso si libererebbe uno slot sulla fascia destra e il giovane greco potrebbe addirittura divenire una pedina utile alla prima squadra, anziché andare nella Primavera o essere girato in prestito.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!