La Juventus, da lunedì 4 maggio, ha iniziato la fase 2 dopo la sospensione degli allenamenti e del campionato. Infatti, il club bianconero ha riaperto le sue strutture e, da oggi martedì 5 maggio, i calciatori possono svolgere sedute individuali. Uno dei primi giocatori che da ieri ha ripreso a lavorare è stato Federico Bernardeschi. Il numero 33 della Juventus, lunedì, è stato al JMedical per sottoporsi ai test fisici, medici e al tampone di controllo come prevede il protocollo medico della FIGC. Dunque, Bernardeschi è già concentrato sulla ripartenza e come ha rivelato a "La Gazzetta dello Sport" il suo agente Beppe Bozzo, il ragazzo classe 94 vede il suo futuro in bianconero: "Federico è contento alla Juve".

Parla il manager di Bernardeschi

Beppe Bozzo, agente di Federico Bernardeschi, in un'intervista a "La Gazzetta dello Sport" ha fatto chiarezza sul futuro del suo assistito: "Si parla di Bernardeschi altrove? No, vuol restare bianconero". Inoltre, l'agente del numero 33 della Juventus ha spiegato che gli dispiace che alcuni sostenitori fischino l'esterno toscano, ma Maurizio Sarri e la società bianconero lo hanno sempre difeso. Inoltre, Bozzo si è detto felice perchè quando Bernardeschi è stato utilizzato nel suo ruolo naturale, ovvero quello di esterno, ha dato il meglio. Il manager ha anche sottolineato che il ragazzo è generoso e si è adattato anche in altre zone di campo. Infine, al manager di Bernardeschi è stato chiesto se il giocatore possa passare al Milan: "Federico non si muove".

Dunque, l'agente di Bernardeschi non ha dubbi e il suo futuro sarà alla Juventus.

Bernardeschi uno dei primi a fare i test medici

Federico Bernardeschi, durante il lockdown, è sempre rimasto a Torino insieme alla sua famiglia. Il numero 33 della Juventus ha passato le sue giornate insieme alla sua bambina e alla sua compagna Veronica Ciardi e poi si è dedicato ad intensi allenamenti.

Infatti, Bernardeschi si allenava a casa per mantenere la forma fisica e come ha rivelato lui stesso svolgeva due sedute giornaliere. Dunque, l'esterno toscano è pronto a ripartire e nella giornata di ieri è stato al JMedical per sottoporsi a tutti i controlli del caso. Da oggi, Bernardeschi e molti suoi compagni potranno tornare alla Continassa per riprendere le sedute individuali.

La Juventus metterà a disposizione dei suoi calciatori ben 4 campi e così potrà far rispettare tutte le misure di sicurezza. Inoltre, i giocatori della Juventus hanno a disposizione la loro stanza privata al JHotel e al termine degli allenamenti potranno andare in camera per fare la doccia. Adesso non resta che attendere di capire se dal 18 maggio potranno riprendere le sedute di gruppo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!