Dopo gli arrivi di Muriqi e Fares, il mercato della della Lazio si concentrerà sulle uscite e sulla ricerca di un difensore di spessore che completi il reparto arretrato a disposizione di Simone Inzaghi. Mentre il nome in cima alla lista dei desideri del tecnico piacentino rimarrebbe Armando Izzo, quello più vicino alla chiusura è sicuramente Marash Kumbulla dell'Hellas Verona. Igli Tare, però, rimasto scottato dal caso David Silva, studia delle alternative nel caso la trattativa con gli scaligeri non dovesse andare a buon fine. Una potrebbe essere rappresentata da Ozan Kabak dello Schalke 04.

Kumbulla, nome caldissimo nonostante le alte richieste

Il nome più vicino a vestire il biancoceleste è sempre quello di Marash Kumbulla. L'Hellas Verona, improvvisamente, sembra aver fretta di cedere il giocatore: l'operazione può entrare a breve nelle ore decisive. La Lazio offre 20 milioni complessivi tra cash e il cartellino di Andrè Anderson, ma gli scaligeri vorrebbero circa 30 milioni, cifra che l'Inter si era promessa di pagare a seguito della cessione di Godin. Richiesta che continua a spaventare la società di Lotito. La situazione vive attualmente una fase di stallo: l'Hellas, convinto di cedere il giocatore, da una parte ha già acquistato il sostituto, ma dall'altra non vorrebbe svendere il centrale albanese; la Lazio, dopo lo sforzo economico per accontentare le richieste di SPAL e Fenerbahce per Fares e Muriqi, vorrebbe strappare Kumbulla ad una cifra inferiore ai 20 milioni.

La fumata bianca sembra vicina, nonostante la forbice domanda-offerta sia ancora ampia.

Le alternative al vaglio di Tare

Tuttavia Tare, per evitare un Silva-bis, ha messo gli occhi sulla Bundesliga. L'ex fiorentina Nastasic sembra non interessare, mentre qualche sondaggio è stato fatto per il suo compagno di squadra Ozan Kabak: classe 2000, come Kumbulla, che ha già esordito in nazionale e potrebbe liberarsi dallo Schalke 04 (in grosse difficoltà economiche) per una cifra tra i 15 ed i 20 milioni.

Koch, pallino del Ds, ha invece scelto il Leeds e l'avventura in Premier League. Rimangono sullo sfondo Karim Rekik, centrale olandese classe '94 in forza all'Herta Berlino, e l'ormai noto Kim Min-Jae, il cui arrivo, però, sembra esser subordinato ad una cessione nel reparto arretrato.

Capitolo cessioni: Lombardi, Wallace, Durmisi e Badelj con le valigie in mano

Cristiano Lombardi, che ieri ha effettuato tampone e visite mediche di idoneità insieme a Cataldi, rimarrà ad allenarsi individualmente a Formello in attesa di sistemazione: ha qualche offerta dalla Serie B. Con la valigia pronta anche Wallace, Durmisi e Badelj. Il croato è il nome più richiesto: in pole sembra esserci il Torino di Giampaolo alla ricerca di un regista.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!