Il Torino è sicuramente tra le protagoniste di questi giorni di mercato, sia per quanto riguarda le operazioni in entrata, sia per quanto riguarda quelle in uscita. Sul fronte acquisti sembra a buon punto la trattativa per Lucas Torreira, con l'intesa con l'Arsenal sempre più vicina per una cifra complessiva da 24 milioni di euro tra prestito oneroso e obbligo di riscatto. Per quanto riguarda le cessioni, invece, chi sembrerebbe destinato a dire addio è Armando Izzo, che piace molto alla Roma, ma occhio anche all'Inter.

C'è un giocatore che, però, potrebbe caratterizzare le prossime settimane di mercato.

Si tratta del capitano del Toro, Andrea Belotti, finito nel mirino del Tottenham.

Tottenham su Belotti

Nonostante la stagione del Torino sia stata altamente deludente, con i granata che hanno raggiunto la salvezza solo nelle ultime giornate, chi non ha deluso e sembra essere tornato a grandi livelli è Andrea Belotti. Il rendimento del capitano è stato importante e con i suoi gol ha trascinato i compagni alla salvezza. Sono state 36 le presenze collezionate nell'ultimo campionato, a dimostrazione di come i problemi fisici siano solo un lontano ricordo, mettendo a segno 16 reti e collezionando tre assist.

Numeri importanti che hanno attirato l'attenzione anche di club d'oltremanica, su tutti il Tottenham di José Mourinho.

Lo Special One sarebbe in cerca di un centravanti che possa fare da spalla a Harry Kane, facendo rifiatare all'occorrenza l'attaccante inglese. La sconfitta subita all'esordio in Premier League, nella prima giornata, contro l'Everton potrebbe portare gli Spurs ad accelerare i tempi. Nelle scorse settimane si era parlato anche di un interesse del Manchester United per il Gallo ma i Red Devils non hanno affondato il colpo.

La possibile trattativa

Sarà tutt'altro che semplice convincere il Torino a privarsi di Andrea Belotti in vista della prossima stagione. Il centravanti è un punto fermo dello scacchiere tattico di Marco Giampaolo ma è chiaro che, dinanzi ad una proposta fuori mercato, soprattutto dopo la crisi economica che ha colpito anche il mondo del calcio negli ultimi mesi, e alla luce di un contratto in scadenza a giugno 2022, il Toro potrebbe sedersi a trattare.

Il patron granata, Urbano Cairo, comunque, avrebbe già rispedito al mittente la prima offerta del Tottenham: prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 50 milioni di euro. No secco, visto che si accetteranno solo proposte per una cessione a titolo definitivo con una valutazione da almeno 55-60 milioni di euro. Bisognerà vedere se gli Spurs decideranno di rilanciare, magari provando ad inserire nell'affare il cartellino di Erik Lamela, che tornerebbe volentieri in Italia essendo relegato ai margini della rosa di Mourinho.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!