Prosegue l'attesa per la decisione del giudice sportivo dopo la mancata disputa di Juventus-Napoli, in programma per la scorsa domenica. La sentenza della giustizia sportiva doveva arrivare nei giorni scorsi, ma il giudice Gerardo Mastrandrea ha chiesto un supplemento di indagine. Il verdetto del giudice sportivo dovrebbe arrivare il 14 ottobre. Dunque, mercoledì si dovrebbe capire se la Juventus avrà il 3-0 tavolino oppure no.

Stando a quanto afferma Tuttosport, la Lega di Serie A e alcuni club avrebbero il timore che arrivino pressioni politiche e questo potrebbe mettere in pericolo le sorti del campionato.

Si attende il verdetto del giudice sportivo

Quella che inizierà domani 12 ottobre, dovrebbe essere la settimana della verità in merito alla mancata disputa della sfida tra la Juventus e il Napoli. Infatti, mercoledì 14 dovrebbe arrivare la sentenza del giudice sportivo. Secondo alcune interpretazioni dei regolamenti la Juventus dovrebbe avere il successo 3-0 a tavolino. Ma il giudice sportivo ha chiesto un supplemento di indagine. Infatti, Gerardo Mastrandrea - prima di emettere il suo verdetto - deve capire se il Napoli abbia rispettato oppure no il protocollo anti Covid. Il protocollo prevede che in caso di una positività al Coronavirus all'interno del gruppo squadra, un team si debba mettere "in bolla" e sottoporre i giocatori ai tamponi.

Una volta ottenuti gli esiti dei test i calciatori negativi possono continuare la propria attività e di fatto hanno il via libera per andare in trasferta.

In sostanza resterebbe da capire se il Napoli si è messo oppure no "in bolla" dopo le positività di Elmas e Zielinski. Inoltre, bisognerà verificare se l'intervento dell'Asl è avvenuto proprio perché non sarebbe stato rispettato il protocollo.

Una volta che il giudice sportivo avrà analizzato tutti i fatti potrà decidere se procedere con il 3-0 a tavolino a favore della Juventus (in tale caso il Napoli rischierebbe anche un punto di penalizzazione) oppure no.

Secondo quanto scrive Tuttosport ci sarebbe anche il timore che possano arrivare delle pressioni politiche, visto che a vietare la trasferta agli azzurri è stata proprio l'Asl.

Secondo tale ricostruzione l'intervento dell'autorità sanitaria potrebbe essere l'escamotage per i club di aggirare il protocollo firmato dalla Figc e dal Governo. Insomma, la situazione è piuttosto intricata e adesso la decisione è tutta nelle mani del giudice sportivo.

La Juventus domani 12 ottobre riprenderà la preparazione

In attesa della decisione su Juventus-Napoli, nella giornata di domani 12 ottobre, i campioni d'Italia riprenderanno ad allenarsi in vista della gara di Serie A contro il Crotone, anche se Andrea Pirlo non avrà a disposizione i nazionali. I giocatori che sono al seguito delle rispettive selezioni sono attesi alla Continassa solo verso la fine della settimana. Di fatto Pirlo avrà un solo giorno a disposizione per lavorare con tutto il gruppo al completo per preparare il match contro il Crotone.

Tra giovedì 15 e venerdì 16 ottobre, la Juventus potrà abbracciare anche il neo acquisto Federico Chiesa che potrà finalmente iniziare la propria avventura in bianconero.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!