Quattro giornate di Serie A mandate in archivio e statistiche che iniziano a prendere forma concedendo spunti in vista del proseguo della stagione. E' stato un campionato finora anomalo che vede a sorpresa il Milan in testa alla classifica con 12 punti, seguito a quota 10 dal Sassuolo. Una stagione ricca di insidie per tutti dunque, un torneo che nell'ultimo turno ha visto anche l'Inter perdere il derby proprio contro i cugini rossoneri incassando la prima sconfitta stagionale. Inaspettato anche il pari della Juventus, che a Crotone non è andata oltre l'1-1. Ad emergere tra i dati di fine gara la performance velocistica di Pedro Pereira, in testa allo speciale ranking riservato ai top performer relativo alla velocità in sprint (34.74 km/h contro i 33.49 di Chiesa, il migliore della Juventus).

Crotone, Pereira in vetta ai ranking sulla velocità in sprint

Stando al classico studio post turno stilato da Netco Sports Italy (fornitore ufficiale dei dati per Lega Serie A), Pereira è risultato addirittura il migliore dell'interno turno di campionato, seguito da Hakimi dell'Inter con 34.36 km/h. Ad emergere nel match contro la Juventus sono state anche le prestazioni di Arcadiusz Reca, Junior Messias e Vladimir Golemic, che con personalità e qualità hanno combattuto a testa alta contro i campioni d'Italia in carica.

Serie A, stagione difficile ed equilibrata

Scorrendo i valori forniti da Necto Sports Italy si può notare come sia la Lazio la formazione che ha percorso più chilometri (111.269) nell'ultimo turno di campionato.

Per quello che concerne i valori individuali dei calciatori, a posizionarsi in testa alla graduatoria dei kilometri percorsi è invece il centrocampista della Sampdoria Thorsby (12.483 km), seguito da Barella (12.482 km) e Ricci dello Spezia (11.905km). Il Sassuolo è la squadra che ha tirato in porta il maggior numero di volte, ben 23.

Dopo quattro turni è l'Atalanta comunque a vantare il miglior attacco (14 reti), mentre le migliori difese sono quelle di Milan ed Hellas Verona con una sola marcatura al passivo.

Crotone e Benevento, una storia che si ripete

Per Crotone e Benevento al termine della quarta giornata sono tornati a ripetersi due risultati già maturati in passato.

Per i calabresi l'1-1 contro la Juventus all'Ezio Scida rappresenta un finale di gara analogo a quello vissuto proprio contro i bianconeri nell'ultimo confronto avuto nella stagione 2017 - 2018 (reti di Alex Sandro e Simy). Stesso epilogo anche per la sfida del Benevento contro la Roma allo Stadio "Olimpico", con i giallorossi che sono riusciti a vincere 5-2, punteggio uguale a quello maturato nella prima stagione di Serie A del club campano.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!