In casa Inter il momento è molto delicato. I risultati stentano ad arrivare, con soli tre successi ottenuti nelle nove partite disputate in questa prima parte della stagione. Inevitabilmente, non potevano mancare le critiche alla squadra nerazzurra e al proprio allenatore, Antonio Conte. Il maggior capo d'accusa è la difesa, che subisce troppi gol. Anche contro il Real Madrid, in Champions League, nonostante la grande mole di gioco è arrivata la sconfitta per 3-2 che ha complicato notevolmente la corsa per il passaggio del turno, con l'undici nerazzurro ora in fondo alla classifica del girone.

Risultati che rischiano di mettere in discussione anche la posizione del tecnico salentino, e per questo starebbe tornando di moda il nome di Massimiliano Allegri.

La conferma su Allegri

Sembra ancora presto per parlare di un Antonio Conte in bilico in casa Inter, ma i rumors cominciano a farsi sempre più insistenti. Decisivo potrebbe essere il match in programma contro l'Atalanta domenica pomeriggio, alle ore 15, al Gewiss Stadium di Bergamo. In caso di un nuovo passo falso non sono esclusi provvedimenti da parte della società nerazzurra. Già questa estate si era parlato a lungo di un possibile addio dell'allenatore salentino, visto il rapporto non idilliaco con la dirigenza. Decisivo per la permanenza è stato l'ormai famoso vertice di Villa Bellini, in cui c'è stato un chiarimento importante.

Prima di quel vertice si era parlato di contatti tra l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, e l'ex allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. Contatti che non si sarebbero mai interrotti e l'ipotesi di vedere il tecnico toscano sulla panchina dell'Inter non è tramontata, come confermato dal noto giornalista, Giancarlo Padovan, intervistato ai microfoni di Calciomercato.it: "Allegri è un allenatore che ti porta sicuramente all’obiettivo.

Non chiedergli di essere spettacolare, il suo gioco è anche speculativo. Martedì avrebbe ottenuto il vantaggio e poi si sarebbe difeso. Una partita come quella contro il Real Madrid Allegri l’avrebbe portata a casa. Ho l’impressione che il vero Conte si sia smarrito. Se salta Conte, Marotta alza il telefono e chiama Allegri”.

L'ipotetico undici di Allegri

L'arrivo di Massimiliano Allegri sulla panchina dell'Inter potrebbe portare uno stravolgimento tattico. I nerazzurri potrebbero cambiare modulo, passando al 4-2-3-1, al 4-3-1-2 o, quantomeno, alternarlo all'attuale 3-4-1-2. La chiave potrebbe essere quel Christian Eriksen che con Conte non sembra riuscire a ritagliarsi un ruolo di primo piano, anche per prestazioni spesso al di sotto della sufficienza. Il danese potrebbe essere schierato sulla trequarti, con Lukaku al centro dell'attacco. Lautaro potrebbe partire largo a sinistro con la libertà di accentrarsi, mentre a destra sicuro del posto è Hakimi. In mezzo al campo chi rischierebbe di finire ai margini è Arturo Vidal, che deve riscattarsi dopo le ultime prestazioni.

Il cileno, come Kolarov, con l'arrivo di Allegri rischierebbe di dire addio a fine anno.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!