Mercoledì 31 marzo, nel corso di una riunione del Comitato Esecutivo Uefa, verrà ufficialmente varato il nuovo format della Champions League. A darne l'annuncio il quotidiano sportivo portoghese 'A Bola'; diversi i dettagli in via di definizione, tuttavia la nuova competizione in arrivo nel 2024 fonderà essenzialmente su due punti di rottura rispetto all'edizione attualmente in vigore. Ispirata al 'modello svizzero', saranno presenti 36 squadre partecipanti, invece delle 32 correnti, ognuna impegnata in 10 partite, disputate sempre con avversari differenti.

Al termine di questo mini torneo, ideato per soppiantare i gironi, gli otto club con il piazzamento migliore in classifica avanzeranno alla fase ad eliminazione diretta, invariata; le formazioni comprese tra il nono e il 24esimo posto si contenderanno, tramite spareggi, le restanti otto posizioni.

Champions, mercoledì 31 marzo verrà ufficializzato nuovo format

Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo portoghese 'A Bola', il nuovo modello della Champions League, in vigore dal 2024, sarà approvato dal Comitato Esecutivo Uefa in data 31 marzo. Il giornale lusitano, citando Lars-Christer Ollson - presidente delle leghe europee - puntualizza come nonostante il 'via libera' formale avverrà mercoledì, diverse sono ancora le questioni da chiarire.

Tali dettagli, tuttavia, 'dovrebbero essere concordati il giorno prima, durante la riunione della commissione Uefa competizioni per club, guidata da Fernando Gomes, presidente della Federcalcio portoghese'.

Champions League, dal 2024 addio alla fase a gironi

Il prototipo della nuova Champions League [VIDEO] in attesa di essere ufficializzato il 31 marzo, segnerà un'inevitabile punto di rottura con il passato.

Due i cardini principali su cui si impernia il torneo - ispirato al modello del campionato elvetico - attivo dal 2024: le squadre partecipanti saranno 36, quattro in più rispetto a quelle attuali, e disputeranno 10 partite, in casa e in trasferta, con avversari ogni volta diversi. Sarà sempre presente la divisione in fasce, sulla base della quale verrà stilato il calendario della competizione.

Al termine di queste gare, ideate per soppiantare i classici gironi, seguirà come di consueto la fase ad eliminazione diretta, identica a quella in corso. I primi otto club in graduatoria accederanno direttamente agli ottavi di finale; le restanti squadre, classificatesi tra il nono e 24esimo posto, si sfideranno mediante spareggi per conquistare le restanti otto posizioni disponibili. Seguiranno poi quarti, semifinale e finale, rimaste invariate.

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!