L'Inter continua ad essere attiva sul fronte mercato. La pausa di due settimane per le Nazionali, starebbe spingendo la dirigenza nerazzurra a programmare il futuro della società con più decisione. Negli ultimi giorni la squadra ha lavorato poco, complice il virus che ha infettato diversi giocatori nerazzurri. Uno su tutti è stato Samir Handanovic. Il portiere sloveno ha mostrato nelle ultime stagioni alcuni segni di cedimento. Complice, forse, anche l'età che avanza e la poca lucidità davanti la porta. Negli ultimi mesi il suo rendimento è stato abbastanza altalenante.

L'errore in uscita nel match d'andata di Coppa Italia contro la Juventus, è costato all'Inter la finale. Non si può dire lo stesso, invece, contro il Milan nel derby di fine febbraio. Provvidenziali sono state le sue parate all'inizio del secondo tempo su Ibrahimovic per tenere al sicuro il risultato. Vero anche che, nelle ultime uscite, le sue mani sono state poco impegnate, segno di un'ottima solidità difensiva che ha protetto a dovere l'area davanti la sua porta. Nonostante le buone sensazioni, la società nerazzurra sarebbe pronta a cautelarsi nel caso di un suo addio. Diversi nomi sono stati analizzati.

L'Inter punta su Audero

Dopo che la pista Musso avrebbe ricevuto una fumata nera, i nerazzurri starebbero puntando Emil Audero.

Negli ultimi giorni la società avrebbe già contattato l'entourage del giocatore per sondare il terreno e capire se una possibile trattativa potesse essere avviata. Inter e la Sampdoria sono in buoni rapporti, quindi non è escluso che in futuro potrebbe esserci qualcosa in più di una semplice chiacchierata. Il portiere blucerchiato ha rinnovato il contratto fino al 2026 con un'ingaggio spalmato.

Il rinnovo ha abbassato anche il prezzo del suo cartellino, che adesso si aggirerebbe attorno ai 15/18 milioni. Cifra molto più abbordabile per i nerazzurri rispetto a quella richiesta dalla società friulana per Musso.

Inter, si allontana la pista Musso

Musso è sempre stato il sostituto più accreditato di Handanovic. Nelle ultime settimane, però, la situazione è cambiata radicalmente e il portiere friulano sembra più vicino ad altre squadre italiane.

La Roma ci ha provato concretamente nel mercato di gennaio, quando cercava un sostituto di Pau Lopez. Purtroppo il cartellino del portiere friulano, valutato 20/25 milioni, ha lasciato sfumare la trattativa. Sulle sue tracce c'è stato anche il Milan, intenzionato a trovare il vice di Donnarumma. Ma Maldini e Massara sarebbero intenzionati a rinnovare il contratto del portiere classe 99. Oltre ad Audero e Musso le due milanesi si sarebbero mosse anche per Alessio Cragno, il portiere del Cagliari.