La Juventus attualmente si trova a -10 dall'Inter capolista e a -6 dal Milan secondo. Una distanza che potrebbe essere diminuita nel caso in cui la squadra di Pirlo dovesse battere il Napoli nel recupero della quarta giornata di campionato. Ha destato però clamore il pareggio dei bianconeri contro l'Hellas Verona nella 24esima giornata di campionato. Nonostante fosse passata in vantaggio con un gol di Cristiano Ronaldo la squadra di Pirlo ha subito il pareggio del Verona a dieci minuti dalla fine del match. A spiccare però nel match del Bentegodi anche la prestazione non ideale dei suoi centrocampisti titolari, ovvero Bentancur e Rabiot.

Proprio sull'argomento si è soffermato il giornalista sportivo Fabio Caressa durante la trasmissione televisiva a Sky Calcio Club. Valutando la mediana bianconera, il giornalista ha voluto suggerire un nome per migliorare la qualità del centrocampo della Juventus. Ha infatti dichiarato: "Mi piacerebbe vedere Fagioli titolare nel centrocampo della Juventus".

Fabio Caressa su Nicolò Fagioli

Il giornalista sportivo Fabio Caressa si è soffermato sul talentuoso centrocampista della Juventus classe 2001 Nicolò Fagioli. A tal riguardo ha dichiarato: "Avevo visto Fagioli in Lega Pro e giocava praticamente solo di tacco, come Camoranesi nell'anno di Serie B". Caressa ha poi aggiunto: "Glielo avevano anche detto, perché tutti quelli della Lega Pro dicevano che era il più forte della categoria".

Il giornalista sportivo, proseguendo il discorso su Fagioli, ha dichiarato che gli piacerebbe vederlo titolare nella Juventus di Pirlo, sottolineando come Bentancur non riesca ad essere costante nelle prestazioni da regista.

Le difficoltà del centrocampo della Juventus

Sempre a Sky Calcio Club gli ospiti presenti hanno analizzato le difficoltà del centrocampo della Juventus.

Il giornalista sportivo Sandro Piccinini ha dichiarato che Bentancur, Rabiot, Ramsey e Arthur Melo insieme abbiano fatto appena quattro gol in stagione. Troppo poco se consideriamo che il centrocampo è sempre divenuto più importante negli anni per vincere le partite. Secondo Sandro Piccinini non ci si può sempre appellare a Cristiano Ronaldo, che comunque i suoi gol li continua a fare.

Lo stesso giornalista sportivo ha sottolineato che si sentono le assenze di Alvaro Morata e Paulo Dybala ma non è giusto appellarsi all'alibi dei giocatori indisponibili quando si pareggia contro l'Hellas Verona. Infine Piccinini ha voluto rispondere a chi attribuisce la mancanza dei risultati della Juventus all'assenza di Arthur Melo. Piccinini ha dichiarato nel girone d'andata il centrocampista brasiliano non è stata così determinante. Basti pensare al fatto che con Arthur Melo titolare la Juventus ha pareggiato con Verona in casa e Crotone e Benevento fuori casa.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!