L'Inter è sempre più vicina alla conquista dello scudetto, visto il primato in classifica con 68 punti e l'ampio margine di vantaggio su chi insegue, con otto punti in più rispetto al Milan e 12 sulla Juventus. I nerazzurri, però, vogliono aprire un ciclo e per questo motivo avrebbero cominciato a pianificare la prossima sessione di calciomercato con il proprio allenatore, Antonio Conte, che potrebbe anche rinnovare il proprio contratto. La priorità andrà, ovviamente, alle cessioni di quei giocatori che non rientrano nei piani del club meneghino e che potrebbero portare un cospicuo tesoretto da reinvestire in entrata.

Nainggolan e Joao Mario in uscita

Due dei giocatori che l'Inter proverà a piazzare sul mercato la prossima estate sono Radja Nainggolan e Joao Mario. Entrambi sono ormai fuori dal progetto e non è un caso che i nerazzurri abbiano ceduto entrambi in prestito. Il belga è andato a gennaio al Cagliari e proprio i rossoblu potrebbero decidere di tenerlo, ma soltanto in caso di salvezza, per una cifra intorno ai 10 milioni di euro (non è escluso che venga inserito come contropartita tecnica nell'affare Cragno). Il portoghese, invece, è stato ceduto in prestito allo Sporting Lisbona e sta ricoprendo un ruolo fondamentale nella conquista del titolo da parte del club, saldamente in testa alla classifica.

Anche in questo caso il club meneghino punta ad incassare 10 milioni di euro per il suo cartellino, facendo anche una piccola plusvalenza, visto che il giocatore è iscritto a bilancio per quasi 7 milioni di euro.

Joao Mario e Nainggolan, però, non sono i soli, visto che ci sono altri giocatori attualmente in prestito e sulla quale i nerazzurri puntano a incassare un tesoretto complessivo da 60 milioni di euro.

Gli altri giocatori che potrebbero essere in uscita

Per alcuni giocatori in prestito c'è anche un diritto di riscatto fissato. Il primo è Dalbert Henrique, in prestito al Rennes con diritto di riscatto fissato a 12 milioni di euro, anche se i francesi non sembrerebbero intenzionati ad esercitarlo. Il Lorient, invece, ha un diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro per tenere il giovane difensore Andrew Gravillon.

Il Borussia Monchengladbach per tenere Valentino Lazaro dovrebbe investire quasi 14 milioni di euro, il Monza dovrebbe versarne 7 per tenersi il portiere Di Gregorio, cosa probabile soprattutto in caso di promozione in Serie A. Altro riscatto molto probabile è quello che eserciterà il Verona per Federico Dimarco, fissato a 6,5 milioni di euro. Senza contare alcuni giovani che sono in prestito secco e che potrebbero essere "sacrificati" per fare cassa, come Pirola attualmente al Monza, Brazao al Real Oviedo, Vagiannidis al Sint-Truiden, Salcedo al Verona, Agoume allo Spezia, Males al Basilea ed Esposito al Venezia.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!