La Uefa recentemente ha ritirato il procedimento giudiziario nei confronti degli ideatori della Superlega. Una decisione arrivata dopo che il Tribunale di Madrid aveva dichiarato che il presidente Ceferin non può escludere Barcellona, Real Madrid e Juventus dalla prossima edizione della Champions League. Probabile però, che lo scontro Uefa-Superlega prosegua nelle prossime settimane e che quindi possa avere risvolti importanti dopo l'Europeo. Intanto sull'argomento ha parlato anche il presidente della Figc Gabriele Gravina. Il massimo dirigente si è soffermato sull'eventualità che la Juventus possa essere esclusa dalla Serie A, qualora non dovesse uscire ufficialmente dalla competizione ideata insieme a Barcellona e Real Madrid.

Gravina ha sottolineato come la speranza è che la squadra bianconera sia protagonista nel campionato italiano anche la prossima stagione, ma è necessario però che vengano rispettate le regole non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

Bisogna rispettare le regole

"Spero che la Juventus non venga esclusa dalla Serie A ma bisogna rispettare le regole". Queste le dichiarazioni del presidente della Figc Gabriele Gravina in riferimento alla possibilità che la società bianconera decidesse di rimanere nella Superlega. Per il massimo dirigente del calcio italiano quindi tutti i club devono rispettare le regole, sia quelle nazionali che internazionali, compresa la Juventus. Come ha poi sottolineato Gravina a breve arriverà la decisione degli organi competenti in merito alla vicenda fra Uefa e Superlega.

Proprio il presidente della Uefa negli ultimi giorni ha lanciato l'ennesima frecciatina a Barcellona, Real Madrid e Juventus dichiarando che la giustizia spesso è lenta ma prima o poi arriva.

Il presidente della Figc sul calcio giovanile e sui playoff

Il presidente della Figc ha parlato anche di due tematiche molto chiacchierate nelle ultime settimane.

Dapprima ha affrontato il problema dei giovani ed il calcio, sottolineando come ci siano 200 mila under 18 in meno che giocano a calcio. Secondo il massimo dirigente la soluzione potrebbe essere quella di "offrire ai giovani maggiori opportunità di partecipazione e proporre un'immagine meno patinata e più popolare del nostro sport".

Gravina si è poi detto favorevole all'introduzione dei playoff nel campionato italiano, ma non è solo questa la novità che potrebbe aiutare il calcio italiano a migliorare. Il presidente ha infatti aggiunto che serve dapprima cercare di valorizzare uno sport sostenibile, successivamente si deve puntare a rendere più appetibile il prodotto calcio.