In questi giorni ha suscitato molta sorpresa la convocazione nella nazionale dell'Argentina del centrocampista della Juventus Under 23 Matias Soulè. Il classe 2003 è un riferimento della seconda squadra bianconera, che gioca nel campionato di Serie C, ma non ha mai giocato in prima squadra. Il commissario tecnico Lionel Scaloni ha deciso di dar fiducia a lui e altri giovani argentini nell'idea di lavorare già per il futuro. Soulé quindi il 13 novembre contro l'Uruguay o il 17 novembre contro il Brasile potrebbe esordire nella nazionale argentina.

Il giocatore della Juventus ha spiegato i motivi per cui ormai due anni fa ha scelto di trasferirsi nella società bianconera nonostante l'interesse concreto di società come Monaco e Atletico Madrid. Matias Soulé è arrivato a parametro zero a 16 anni dopo essere andato in scadenza di contratto con il Velez Sarsfield. Durante il ritiro estivo con la Juventus ha messo in evidenza tutte le sue qualità a tal punto da ricevere gli elogi del tecnico Massimiliano Allegri. Per il giovane centrocampista potrebbe definirsi un futuro in prestito già da gennaio, magari alla Sampdoria dopo il caso Ihattaren, ritornato in Olanda ad ottobre.

L'argentino ha spiegato i motivi del suo approdo alla Juventus

"Mi hanno seguito in un torneo con la nazionale giovanile.

Non avevo firmato con il Velez Sarsfield, loro erano interessati e c'erano anche Monaco e Atletico Madrid. Queste le dichiarazioni di Matias Soulé in riferimento al suo trasferimento alla Juventus due anni fa. L'argentino ha poi spiegato i motivi che lo hanno portato a scegliere la società bianconera, aggiungendo: "L'ho scelta per la sua grandezza, per i suoi obiettivi, sono competitivo ed era la sfida più difficile".

In Argentina è paragonato ad Angel Di Maria, sia perché mancino che per le abilità nel dribbling e nel servire assist. Lui è molto bravo anche in fase realizzativa e di recente ha realizzato il suo primo gol nel campionato di Serie C, regalando la vittoria alla Juventus Under 23. Come si diceva, potrebbe definirsi un prestito già a gennaio, fra le società interessate ci sarebbe la Sampdoria.

I giovani della Juventus Under 23

La Juventus Under 23 nelle ultime stagioni ha valorizzato molti giovani, che stanno proseguendo la loro crescita umana e professionale in prestito. Questo è il caso di Radu Dragusin, Nicolò Fagioli e Filippo Ranocchia, attualmente in prestito alla Sampdoria, alla Cremonese e al Vicenza dopo aver giocato da protagonisti la scorsa stagione nella seconda squadra bianconera. In Serie C si stanno mettendo in evidenza altri giovani interessanti oltre a Soulé. Nello specifico il centrocampista Fabio Miretti e le punte Marco Da Graca e Marley Akè.