Adrien Rabiot è attualmente una figura centrale nella Juventus, sia nel presente che nei piani futuri della squadra. La direzione di Giuntoli e l'allenatore Allegri vorrebbero confermare Rabiot anche nelle prossime stagioni. Il francese ha un contratto con la società bianconera fino a giugno 2024. Questo è il motivo per cui, mentre attendono un incontro con la signora Veronique, madre e manager del giocatore, la Juventus starebbe considerando due possibilità per arrivare ad un'intesa contrattuale con il francese.

La Juventus vorrebbe prolungare il contratto di Rabiot

La prima possibilità che la Juventus sta esaminando è un contratto "breve", simile ad un'intesa annuale sottoscritta da Rabiot a fine giugno. Questa soluzione potrebbe consentire alla Juventus di mantenere una maggiore flessibilità e adattarsi alle future esigenze finanziarie della società bianconera. Nonostante la scadenza a breve termine, questa possibilità garantirebbe comunque a Rabiot un ruolo importante nel centrocampo bianconero.

La seconda è quella di un prolungamento di contratto di 3 o 4 stagioni. Tuttavia, in questo caso, la somma sarebbe inferiore rispetto all'attuale ingaggio di Rabiot, che ammonta a 7 milioni di euro netti. Questo approccio sarebbe in linea con la nuova politica ingaggi della Juventus, che mira a controllare i costi.

Nonostante una diminuzione salariale, l'obiettivo principale rimane quello di garantire ad Allegri un elemento importante nel centrocampo.

L'importanza di Rabiot nel centrocampo della Juve

Il giocatore Adrien Rabiot è stato ed è un elemento fondamentale nel centrocampo della Juventus; soprattutto la scorsa stagione ha dato un apporto importante segnando 11 gol.

In una recente intervista, Massimiliano Allegri ha elogiato Adrien Rabiot definendolo un giocatore straordinario. Ha condiviso alcune esperienze personali con Rabiot, sottolineando quanto il giocatore sia importante all'interno della Juventus, sia come atleta che come figura nello spogliatoio. Allegri ha raccontato che alla fine della scorsa stagione cercava di comunicare con Rabiot, ma il giocatore non rispondeva al telefono.

L'unico modo era Whatsapp, in questo modo i due si sono sentiti. Evidente come il rapporto professionale ed umano fra Allegri e Rabiot abbia contribuito alla permanenza del francese, che ha sottoscritto un'intesa contrattuale fino a giugno 2024 andando a guadagnare lo stesso ingaggio degli ultimi quattro anni. Una scelta dovuta non solo al fatto che alla Juventus è cresciuto molo ma anche perché uno degli obiettivi stagionali del giocatore è l'Europeo con la nazionale francese e giocare con la società bianconera lo agevolerebbe ad essere parte della rosa che parteciperà alla competizione europea.