Secondo le ultime indiscrezioni dalla Continassa, il neo tecnico della Juventus Thiago Motta avrebbe chiesto al ds Cristiano Giuntoli di non cedere Matias Soulé, attaccante esterno argentino che si sposerebbe alla perfezione con la visione di gioco del tecnico italo brasiliano. Chi invece rischierebbe di uscire dal club piemontese secondo il giornalista Gianluca Minchiotti sarebbe uno tra Federico Chiesa e Dusan Vlahovic.

Motta vorrebbe trattenere Soulé alla Continassa e lanciarlo sull'esterno per sfruttare le sue doti nell'uno contro uno

La Juventus starebbe valutando quali calciatori cedere nella sessione di calciomercato estiva che sta lentamente iniziando e tra questi il ds Cristiano Giuntoli avrebbe inserito da tempo il nome di Matias Soulé, attaccante argentino che bene ha fatto la scorsa stagione in prestito al Frosinone.

Le cose però starebbero cambiando con l'avvento di Thiago Motta: il neo tecnico dei bianconeri infatti avrebbe chiesto espressamente di non cedere il giovane sudamericano, perché si sposerebbe alla perfezione con la sua visione di gioco.

L'ex Bologna, infatti, vorrebbe strutturare la Juventus del futuro puntando forte sulla capacità di vincere gli uno contro uno sugli esterni, una dote in cui proprio Soulé eccelle. Ecco perché Giuntoli potrebbe accontentare Motta scegliendo di trattenere il classe 2003 alla Continassa e mettendo sul mercato altri profili come Federico Chiesa.

Minchiotti: 'Chiesa e Vlahovic sotto il riflettore sia in nazionale che alla Juventus, uno dei due verrà ceduto'

Proprio dell'eventuale cessione di Federico Chiesa o di quella di Dusan Vlahovic ha scritto su Calciomercato.com il giornalista sportivo Gianluca Minchiotti: "La Juve osserva l'Europeo di Chiesa e Vlahovic e riflette.

Entrambi hanno situazioni contrattuali delicate e rinnovi fermi al palo e tutti e due sono finiti nel mirino della critica dopo le prime giornate della fase a gironi di Euro 2024. Difficile, quasi impossibile, che la Juve si possa privare di entrambi, ma che uno dei due possa essere ceduto è molto probabile".

Minchiotti è poi sceso nel dettaglio, sottolineando come Chiesa sia stato autore di una partita molto buona giocata con l'Albania ma che abbia fallito l'approccio nella gara successiva con la Spagna.

Vlahovic invece, secondo il giornalista, avrebbe sbagliato sia l'esordio con l'Inghilterra che il secondo match disputato e pareggiato con la Slovenia. Stando a quanto riferito da Minchiotti infine, le gare con Croazia per Chiesa e contro la Danimarca per Vlahovic saranno determinanti per poter fare un resoconto di quello che è stata l'annata dei due calciatori della Juventus.