BlackBerry è pronto a mostrare il suo ultimo prodotto, siglato KEY2, il 7 giugno 2018 a New York, tramite un evento anticipato dalla stessa società Canadese e programmato già da tempo.

Il nuovo modello, come si deduce dal nome, sarà il successore di quel KeyOne che ancora oggi riesce a conservare tutto lo stile di BlackBerry, grazie alla tastiera fisica in esso installata, la quale è stata capace di ridare una propria impronta ai nuovi modelli.

La rinascita

Lo slogan utilizzato dalla stessa società per preannunciare l'evento in programma è stato: "la rinascita di un'icona".

Al riguardo, il termine "icona" è più che appropriato, essendo stato BB il re degli Smartphone ai tempi che furono. Perché è proprio questo l'elemento sul quale soffermarsi e che, in un certo qual senso, rende l'annuncio ancor più mediatico.

BlackBerry è ormai tornato, Apple, Huawei e Samsung sono avvisati.

Con le serie Z10 e Z30 ha cercato di riadattarsi ai nuovi modelli (rivoluzionati dall'avvento rivoluzionario di Steve Jobs e del primo iPhone), con il BlackBerry Priv ha abbandonato lo sviluppo del suo O.S. per entrare nel mondo di Android, riacquistando un'altra piccola fetta del mercato, ampliata con la serie Motion e confermata con il KeyOne, grazie al quale è stato tra l'altro possibile ripresentare, con maggior voce in capitolo, uno dei tratti più significativi dell'azienda fondata da Mike Lazaridis, ossia la tastiera fisica, per molti un limite per altri una fortuna.

Conto alla rovescia

Un antico detto afferma: "il tempo è galantuomo".

In Canada questo aforisma riecheggia da tempo ormai e adesso, con la nuova inversione di rotta e l'intrepida scelta, la "mora nera" è pronta a risfidare la "mela" con più forza e maggior umiltà (mancante quando decise di non conformarsi al nuovo trend per insistere su un prodotto destinato a essere superato e schiacciato).

Il conto alla rovescia ha avuto inizio e, in base a quello che è emerso fino ad oggi sulla nuova serie firmata BB, sembrerebbe essersi preannunciata una vera e propria guerra per insidiare il mercato dei top di gamma.

Dalle prime indiscrezioni il KEY2 dovrebbe predisporre una doppia fotocamera posteriore con sensori disposti orizzontalmente (la risoluzione e la capacità non sono ancora note ma sicuramente le aspettative non verranno deluse), con la parte frontale contraddistinta dalla presenta sia di un ottimo display (ovviamente, come per il KeyOne, più piccolo rispetto agli altri Smartphone) e la storica tastiera fisica con sensore di impronte digitali, molto probabilmente non visibile bensì nascosto al di sotto della barra spaziatrice.

Il dispositivo monterà inoltre un processore Qualcomm Snapdragon 660, con capacità di ben 8GB di RAM, supportata da una memoria interna di 64GB.