La storia di Rachid e i suoi fratelli

"La fortuna bisogna farsela venire". Questa è una frase di Renato Salvatori, alias Simone Parondi in "Rocco e i suoi fratelli", film di Luchino Visconti che tratta di migranti lucani nella Milano del boom economico. Oggi, invece, siamo a Torino in piena crisi e Rachid Khadiri Abdelmoula diventa dottore in Ingegneria civile, dopo che si era fatto conoscere e apprezzare in città come venditore di accendini.

Pubblicità
Pubblicità

Rachid, 26 anni, arrivò in Italia a 11 anni, da Khouribka, un piccolo paesino del Marocco. Imparò l'italiano e il piemontese e si diplomò all'Istituto tecnico; intanto vendeva accendini, fazzoletti e braccialetti portafortuna davanti all'Università e i cinema del centro, perché, dice: "Non ho mai trovato niente di meglio". Lavorava di giorno e studiava di notte, nel silenzio, in pochi lo sapevano.

Pubblicità

Tra le vie del centro, studenti e residenti, tutti conoscono Rachid e i suoi fratelli, Sahid e Abdul. Il viso sempre sorridente, una battuta sempre pronta e un piemontese sempre migliore, sebbene non sia al livello del fratello Sahid che del dialetto sabaudo ha fatto il suo biglietto da visita. Rachid ha presentato lunedì 7 ottobre la sua tesi su "Il grafene e le sue potenzialità" che spiega essere un materiale nuovo, il quale è valso da poco il Premio Nobel a due ricercatori.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Un esempio importante dopo Lampedusa

A pochi giorni della sciagura di Lampedusa questa è una testimonianza importante di uno che sognava "una" vita migliore e anche se questa non è "la" vita migliore, sicuramente lui ha fatto il possibile per renderla più bella, ma non si accontenta: "voglio la specialistica".

Il tutto alla vigilia di una manifestazione della Lega Nord indetta proprio dal Governatore del Piemonte, Roberto Cota, in difesa della legge Bossi-Fini che impedisce sul nascere questo fenomeno d'integrazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto