Che cosa ancora si può pensare sulla sparizione di Elena Ceste? Di seguito alle prime segnalazioni su un tram, dopo aver ascoltato la lettera di un suo amante con il quale, a detta di lui, avrebbe voluto trascorre il resto della sua vita con lui, (l'uomo aveva garantito più volte di non essere un mitomane), la sua fuga senza abiti, a detta del marito, e quel cellulare sul tavolo insieme alla fede, il ritrovamento del corpo in avanzato stato di decomposizione più che certezze aprono altri dubbi. Dalle parole della sua amica Morena Deidda l'ipotesi certa è omicidio. La donna, in un'intervista riportata su L'Unione Sarda, ha dichiarato fermamente che Elena è stata uccisa. Per lei una scritta nella sua pagina Facebook "Elena RIP".

Elena Ceste è stata uccisa: la pagina Facebook

In un'intervista riportata questa mattina sulle pagine di cronaca de L'unione Sarda, si legge lo sfogo dell'amica di Elena Ceste, Morena, sconvolta dal ritrovamento del corpo dell'amica, proprio nel luogo sottoposto più volto a ricerche. La donna, amica ed ex compagna di classe di Elena, durante una trasmissione televisiva, ha ripetuto più volte che Elena Ceste è stata uccisa. Per lei aveva anche aperto una pagina Facebook con la speranza di ottenere qualche informazioni sulla sua amica, qualche notizia in più sulle motivazioni della sua scomparsa e se Elena realmente si fosse allontanata volontariamente. Anche di seguito alla rivelazione di una lettera di un suo presunto amante o la via del riscatto da parte di due uomini non hanno mai distolto Morena dall'idea che si trattasse di omicidio. Nemmeno quando è stata avvistata alle Canarie.

Morena Deidda, nata a Torino da genitori di Marrubiu (OR), compagna di classe di Elena Ceste negli ultimi tre anni del Liceo Lagrange di Torino, durante un'intervista a una famosa emittente televisiva ha ribadito di essere certe che si tratti di omicidio e che Elena Ceste sia stata uccisa. A nulla sono valse le domande successive nel distoglierla dalla sua prima ipotesi. "Non potrebbe essersi suicidata?" Morena esclude totalmente l'ipotesi del suicidio in considerazione del canale, con pochi centimetri d'acqua, che non le avrebbero permesso di annegare, almeno che - continua l'amica di Elena - non si sia suicidata in casa e qualcun altro abbia portato in quel luogo il corpo. In base alle successive dichiarazioni di Morena Deidda, la sua amica era molto affezionata alla sua famiglia (facendo intendere che non si sarebbe mai allontanata volontariamente lasciando i suoi figli soli a casa) e a conferma del fatto, ricorda di una rimpatriata in pizzeria con gli ex compagni di classe, invito rifiutato da Elena per non lasciare da soli a casa i suoi figli.

L'ultima conversazione con Elena Ceste è del 1 gennaio, alcuni giorni prima della sua scomparsa: un messaggio su Facebook di buon anno. Nessun malessere, nessun accenno alla fine del suo amore con il marito, a un possibile amante, a un ricatto: Morena è certa che Elena Ceste sia stata uccisa, nonostante, come anche rilevato nell'intervista in Tv e poi riportata su L'Unione Sarda, non abbia nessuna idea sulle possibili motivazioni dell'omicidio. "E' stata ammazzata" sono le uniche frasi che Morena Deidda riesce a dire. Al momento la famiglia di Elena Ceste e i suoi cari attendono di conoscere i risultati dei test sulle cause della morte, gli unici a poter far luce sulla verità degli indizi, segnalazioni, sospetti e lettere, che al momento non sono altro che piccole parti di una vicenda. Nella pagina Facebook di Morena, un cuore bianco che vola in un cielo azzurro con la scritta "Elena RIP".

Segui la nostra pagina Facebook!