Ancora un atto di violenza nel cuore di Napoli, nel quartiere Vicaria, meglio conosciuto con il termine di "Vasto", situato nei pressi della stazione di Piazza Garibaldi. Ci eravamo lasciati alle spalle da pochi giorni il caso di sevizia ai danni del ragazzo quattordicenne di Pianura e l' aggressione al conducente della linea c12 da parte di tre ragazzi studenti, e subito ci troviamo ancora catapultati nella difficile realtà napoletana. Stavolta la violenza si è consumata, come dicevamo, nel quartiere di Vicaria e più precisamente a Via Sersale, la zona della pizzeria " Da Michele" tanto per intenderci, dove i fratelli Giuliano e Luigi Quagliuolo da anni gestivano una sala giochi di modeste dimensioni.

Ieri sera un uomo non identificato per via del copricapo che portava sul volto e per via dell'assenza nella sala giochi di una telecamera di sicurezza, è entrato nel luogo ludico e si è avvicinato ai due proprietari senza dare troppo nell'occhio. "Smettetela di corteggiare le donne del nostro quartiere" avrebbe esclamato mentre qualche istante dopo faceva partire due proiettili rivolti alle gambe dei due fratelli.

Immediatamente trasportati da alcuni clienti della sala giochi che avevano assistito inermi alla scena di violenza all'ospedale Ascalesi di Napoli per il primo urgente soccorso, sono stati poi trasferiti al Loreto Mare, ospedale di Via Marina.

Qui hanno ricevuto una prognosi fortunata, in quanto i medici hanno dichiarato che le ferite si potrebbero rimarginare nel giro di dieci giorni. Nulla di grave, quindi. Resta da capire se la storia potrà avere un seguito, ben più grave probabilmente, e se quell'"invito" di lasciare in pace alcune donne verrà rispettato o meno. La polizia nel frattempo ha avviato le indagini che risultano difficili per via dell' assenza di un sistema di telecamera di sicurezza e perché sulla scena del crimine sono stati rinvenuti solo due bozzoli.

Probabile comunque un movente passionale in una vicenda che potrebbe inserirsi in un contesto di intrigo amoroso.

Segui la nostra pagina Facebook!