Un carabiniere ternano di 30 anni è stato trovato ieri sera morto nella sua stanza della caserma "Salvo D'Acquisto" nella zona nord di Roma; l'ipotesi degli inquirenti è che si sia suicidato (un colpo di pistola al petto), anche se nessuno dei militari che si trovavano nelle vicinanze pare abbia sentito sparare un colpo. Il carabiniere, di nome Luis Miguel Chiasso aveva chiamato il 112 in stato confusionale, e il militare che ha risposto al centralino aveva dato immediatamente l'allarme, ma quando i compagni si sono precipitati a controllare nella sua stanza (chiusa a chiave dall'interno) il carabiniere era già morto.

Pubblicità
Pubblicità

Prima di morire Chiasso ha scritto un inquietante post sul suo profilo di Facebook affermando di aver lavorato per i servizi segreti italiani e internazionali e di temere di essere assassinato (afferma chiaramente "vogliono farmi chiudere la bocca") per sapere troppe informazioni su chi ci governa e vuole nascondere la verità al popolo ripristinando uno stato di guerra e di menzogna con chi dovrebbero proteggere in base al mandato di ogni governo come protettore e garante dei cittadini. In un altro passo si parla della necessità che il popolo si ribelli ai governanti perché quando le libertà e i diritti dei cittadini vengono calpestati allora si giustificano anche atti di violenza volti a ripristinare la giustizia.

Pubblicità

Il militare ha anche affermato di essere dietro l'identità del personaggio di Adam Kadmon, un nome di fantasia inventato da un autore che lavora per la trasmissione Mistero in onda su Mediaset e in passato ha lavorato per la radio, il quale si è fatto notare in questi anni per le sue teorie complottistiche sull'11 settembre, il signoraggio bancario, le scie chimiche o la strage di Ustica ed ha manifestato posizioni pacifiste e per il miglioramento della coscienza dell'umanità.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Stupisce questa rivelazione (che pare essere stata già smentita) per la popolarità raggiunta da Adam Kadmon presso il popolo di internet (ha migliaia di like sulla pagina Facebook e di followers sulla pagina Twitter e migliaia di iscritti al suo blog). Al di là di tutte queste ipotesi che dovranno essere vagliate e verificate dagli inquirenti, rimane certo il giallo su come sia avvenuta questa morte improvvisa e cosa possa averla veramente scatenata, e possiamo scommettere che nei prossimi giorni darà adito a teorie non molto dissimili da quelle di Adam Kadmon.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto