Secondo quanto affermato dal procuratore di Ragusa Carmelo Petralia le indagini sull'omicidio del piccolo Lorys Andrea Stival stanno continuando anche adesso in maniera piuttosto spedita. Questo nonostante l'unica indagata al momento rimanga la madre del piccolo, Veronica Panarello, attualmente detenuta presso il carcere di Piazza Lanza a Catania. Il procuratore di Ragusa afferma che al momento gli scenari possibili concernenti le modalità attraverso cui si è verificato l'omicidio del Bambino sarebbero tre.

La prima è che la donna abbia fatto tutto da sola sia per quello che riguarda la fase volitiva ed esecutiva del delitto sia per quello che concerne l'occultamento del cadavere. Altro possibilità che viene presa in considerazione dagli inquirenti, i quali ovviamente non sottovalutano nessuna possibilità, è quella secondo cui la donna ha fatto tutta da sola per quanto riguarda la fase dell'omicidio, mentre possa aver avuto un aiuto esterno nella fase dell'occultamento. Ultima ipotesi, forse la più difficile ma che comunque al momento non viene del tutto esclusa, è quella secondo cui la donna abbia avuto un complice non solo per la fase di occultamento del cadavere ma anche in quella volitiva ed esecutiva dell'omicidio.

Questo anche perché già da giorni gira voce che i familiari siano convinti che la donna non possa aver potuto fare tutto da sola e che probabilmente ha ricevuto l'aiuto da parte di qualcuno. Gli inquirenti non prendono sottobanco queste affermazioni e pertanto seguono tutte le piste plausibili in attesa di sviluppi concreti e interessanti che possano far fare un ulteriore passo in avanti alle indagini che comunque sono già a buon punto.

Resta ancora da chiarire il movente, ma sotto questo punto di vista il procuratore afferma che occorre chiarire ancora meglio il profilo psicologico di Veronica Panarello, in quanto il movente risalirebbe al disagio psicologico che deriva alla donna da epoche risalenti alla prima fase della sua vita. Disagi che probabilmente hanno avuto delle ripercussioni anche sulle recenti e tragiche vicende di cui lei e la sua famiglia sono attualmente protagoniste.

Segui la nostra pagina Facebook!