Il giallo Elena Ceste si arricchisce di nuovi elementi a sorpresa poiché nei giorni scorsi è stato finalmente ritrovato il cane di famiglia, di nome Gandalf. Trattasi di Springer Spaniel di colore marrone. Ci si era a lungo interrogati sui motivi della sua sparizione, immaginando un possibile collegamento, visto che l'animale, molto amato dai figli della coppia Buoninconti/Ceste, è scomparso poco tempo dopo la triste vicenda legata all'annuncio che la 37enne Elena Ceste non era più reperibile.



Vi ricordiamo che la scomparsa da casa della donna è datata 24 gennaio 2014. Solo in modo casuale il cadavere è stato rinvenuto in un canale, ben occultato, il 23 ottobre 2015. Nonostante le intense attività investigative il corpo fu trovato solo durante lavori di bonifica e messa in sicurezza dell'area. In tutto questo c'è qualcosa di strano, in quanto è evidente che i canali nelle vicinanze della casa devono essere stati per forza di cose monitorati. Il luogo del ritrovamento del corpo, infatti, è a circa due chilometri dall'abitazione. Viene il sospetto che l'assassino sia riuscito a occultare in modo molto abile il cadavere.



Chi non è sfuggito alle attività investigative dell'arma dei carabinieri è stato invece Gandalf, il cane dei Ceste/Buoninconti, di 2 anni d'età. Lo hanno trovato vicino a un allevamento. Buoninconti aveva spiegato di averlo ridato al precedente proprietario in quanto troppo impegnato nella difficile gestione della casa e dei figli dopo la sparizione della moglie per occuparsi anche dell'animale di affezione. Una spiegazione che non ha mai convinto troppo in quanto i bimbi, già duramente provati all'assenza prolungata della mamma (all'epoca ancora non si sapeva che fosse morta), potevano trovare un minimo conforto nella compagnia di un animale che conoscevano molto bene.



E' chiaro che il cane avrebbe potuto fiutare l'odore della padrona e magari fornire una pista agli inquirenti. Per ora risulta che Gandalf sia stato preso in consegna da alcuna persone nella zona di Alba. Il rebus Elena Ceste non è stato ancora risolto. Se volete restare aggiornati potete cliccare sul tasta "segui" che trovate in alto.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto