Continua a far parlare di sé Michele Buoninconti, marito di Elena Ceste di Costigliole d'Asti, che ricorda di essersi a suo tempo recato nella zona del canale dove è stato trovato il cadavere di sua moglie, senza esito. Alcuni hanno il dubbio che il corpo sia stato occultato, con una certa abilità, solo successivamente al femminicidio. Michele Buoninconti afferma che forse la donna era ancora viva quando lui si recò a cercarla. Forse si nascose per non essere vista. Ricordiamo che secondo la ricostruzione proposta da Buoninconti, Elena Ceste sarebbe uscita di casa senza abiti in pieno inverno, ma anche senza occhiali da vista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Possibile che nessuno l'abbia notata quel mattino, in quelle condizioni, visto che il canale si trova a un paio di chilometri da casa? "Forse ero ancora in tempo per salvarla" dice oggi Buoninconti con molto rammarico.





Secondo le sue parole la donna si sarebbe quindi recata in un luogo isolato e qui sarebbe accaduto l'irreparabile. Dopo essere stata uccisa, Elena Ceste sarebbe stata nascosta nel canale, col corpo ben coperto da piante e fogliame vario. Quali erano le condizioni psicologiche della donna? Dai rilievi autoptici è emerso che non aveva assunto particolari sostanze, né droghe, né alcool, né farmaci. Come poteva essere quindi mentalmente confusa tanto da uscire di casa nuda? Ci sarebbe un'ipotesi: qualcuno potrebbe averla aggredita o sorpresa in casa costringendola a una fuga precipitosa in quelle condizioni, altrimenti la 37enne analista chimica non sarebbe mai uscita dalla sua abitazione senza occhiali.

Esiste davvero un video compromettente?

Il marito Michele si dice convinto che Elena Ceste subiva un vile ricatto da parte di un ex compagno delle scuole elementari che si sarebbe trovato in macchina con la Ceste per motivi al momento non chiari.

I migliori video del giorno

Secondo la ricostruzione offerta da Buoninconti questa persona avrebbe prima sedato la Ceste con qualche sostanza particolare e poi l'avrebbe immortalata con la telecamera. In questo video la donna apparirebbe con toni triviali o comunque compromettenti. Perché Buoninconti non denunciò la cosa alla polizia? La storia del video non è nuova, se ne parlò molto subito dopo la scomparsa della donna, ma non fu mai trovato e si potrebbe perfino ipotizzare che sia stato distrutto. Buoninconti continua a parlare molto bene di Elena Ceste definendola una santa, una moglie inappuntabile. La donna potrebbe essere caduta in una trappola. La sua morte resta ancora un mistero e se non saranno trovate delle prove convincenti c'è perfino il rischio di arrivare all'archiviazione.