È trascorso quasi un anno dalla scomparsa di Elena Ceste, la trentasettenne mamma di Costigliole d'Asti ritrovata morta lo scorso 18 ottobre, nei pressi di un canale di scolo vicino alla sua abitazione dove viveva con i quattro figli ed il marito Michele Buoninconti. Dopo un anno di indagini, però, non è ancora emersa la verità su questo caso, che è diventato un vero e proprio enigma. Gli inquirenti, però, continuano il loro lavoro a rtimo serrato: l'unico indagato per omicidio volontario e soppressione di cadavere è Michele Buoninconti. Le ultime news sul giallo, riportano che potrebbe essere chiesto un rinvio a giudizio per il marito di Elena, il quale ora rischia l'arresto.

Ultime news Elena Ceste, Michele sfida gli inquirenti con parole molto dure

Michele Buoninconti si è sempre dichiarato innocente, ma è tornato a fare delle dichiarazioni molto dure nei confronti degli inquirenti.

Secondo le ultime news sul caso di Elena Ceste, riportate dal settimanale Giallo, ormai unica fonte attendibile sulla vicenda, Michele sarebbe sicuro del suo arresto imminente. È per questo che il quarantaquattrenne vigile del fuoco ha rivolto parole di sfida agli inquirenti, accusandoli di averlo subito indicato come possibile colpevole dell'omicidio di Elena Ceste. Non possiamo sicuramente ignorare i dubbi e le contraddizioni di Michele Buoninconti, ma occorre puntualizzare che il colpevole dell'efferato assassinio (ammesso che di esso si sia trattato) potrebbe anche essere una persona sconosciuta, con la quale Elena Ceste avrebbe avuto una relazione, forse un suo amante segreto. È un'ipotesi che gli inquirenti non scartano a priori.

Ultime news Elena Ceste, Michele Buoninconti potrebbe essere arrestato a breve

Michele Buoninconti potrebbe essere arrestato a breve, ma l'uomo si è sfogato contro gli inquirenti, affermando: "Quando sarò di fronte ai giudici ne avrò di cose da dire, oh se ne avrò...".

I migliori video del giorno

Parole di sfida che dimostrano tutta la frustrazione accumulata dal marito di Elena Ceste. Sembra comunque che la svolta del caso sia molto vicina; Michele potrebbe finire in carcere. Occorre però attendere l'esito delle prossime indagini.