Gli aggiornamenti sul caso Roberta Ragusa al 20 gennaio 2015 devono darvi conto dell'attenzione che gli organi inquirenti stanno dedicando a un particolare reperto che potrebbe essere utile a ricostruire le ultime ore della moglie di Antonio Logli: trattasi di una nota-spesa o meglio di un pro-memoria relativo alle cose da acquistare a breve. Il reperto è importante perché sembra che Roberta Ragusa lo stesse preparando proprio il giorno in cui sparì.



Dobbiamo evidenziare che è ormai opinione diffusa che la donna sia morta, ma in realtà il suo corpo non è stato trovato, anche se si sospetta che sia stato distrutto e forse bruciato. Secondo Logli, la notte in cui è stata vista l'ultima volta, sarebbe uscita di casa dopo mezzanotte, quando lui, stava già dormendo.

Quello che non torna è che secondo i tabulati telefonici era invece impegnato a conversare con l'amante e cioè Sara Calzolaio che era la babysitter di casa.



Si cerca insomma di capire quanto possono essere attendibili le affermazioni di Logli, di professione elettricista, che ad un certo punto dell'indagine ha scelto la comoda strada del silenzio. Alcuni parenti di Logli si sono intanto costituiti parti offese nel processo a suo carico. La lista della spesa sarebbe l'ultima traccia della vita di Roberta Ragusa e forse potrebbe essere utile per ricostruire l'orario della sua presenza in casa visto che per Logli la donna uscì solo dopo le ore 24:00.

Secondo il racconto di chi la conosceva bene Roberta Ragusa era una donna perfettamente integrata e attiva nel mondo del lavoro in quanto nota per l'impegno che metteva nell'autoscuola di famiglia che ha la sua sede davanti casa.

I migliori video del giorno

Roberta curava con attenzione il suo aspetto fisico e per questo amava frequentare palestre, in modo da mantenersi in perfette condizioni. Dalle intercettazioni telefoniche tra Logli e Calzolaio è emerso che il marito non era più soddisfatto del suo matrimonio mentre da alcune lettere della Ragusa si è capito che rimproverava Antonio Logli in quanto molto distratto. Al tempo di tali lettere evidentemente Roberta Ragusa ancora non sapeva che il marito avesse una relazione extraconiugale.